Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Logo Medikey
icona
Per accedere è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali





Assessore Rossi Toscana
carlo de luca
#1 Inviato : lunedì 4 giugno 2007 0.41.29(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
Assessore Rossi ma stà scherzando? ma vuole far lavorare i medici di base anche al sabato per 1 ora? ma si vergogni? tanto ci sono sempre gli ospedali aperti a cui rivolgersi, li lasci riposare i nostri colleghi medici di base. Carlo un medico ospedaliero
Marco Scianca
#2 Inviato : martedì 5 giugno 2007 19.33.54(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 77
La decisione di Doctornews33 di lasciare la possibilità a chiunque di iniziare nuove discussioni non mi sembra molto producente per un dibattito fruttuoso sulle problematiche della professione: lo sgrammaticato e pseudoironico intervento precedente ne è la conferma.//www.b
fabrizio vignali
#3 Inviato : domenica 17 giugno 2007 1.13.10(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 30
Vorrei approfittare per denunciare allo Assessore una nefandezza di cui è sicuramente a conoscenza e che coinvolge la previdenza pensionistica di migliaia di medici Ospedalieri pubblici dipendenti.Si tratta degli Anestesisti/Rianimatori che su richiesta dei chirurghi,al fine di ridurre le liste di attesa o comunque garantire il diritto alla salute,tutte le mattine e pomeriggi lavorano in sala operatoria e Rianimazione sforando l'orario contrattuale di 38 ore/ sett. Queste ore, se non autorizzate dalla amministrazione, non sono pagate. Ma come si fà a sapere prima la durata di una seduta operatoria?.E poi, c'è bisogno di essere autorizzati per prestare ore di cure ad un paziente che arriva in PS o sala operatoria magari in urgenza!!,oppure trasferire un paziente critico a chilometri di distanza e rientrare 5/6 ore dopo?.Prima esistevano i progetti,inquadrati nel nostro caso,come libera professione intramoenia, ma che consistevano, di fatto, a lavorare più ore in sala operatoria per pazienti ricoverati in regime ordinario.Un bel trucco che la politica ha inventato per non pagare i contributi pensionistici INPDAP da lavoro dipendente.Sfido chiunque ad affermare quel tipo di lavoro come autonomo ovvero libera professione.Anche quì si vedrà.Quest'ultima è un'altra cosa e chi la fà sà bene cos'è.Ora,dico io, a causa dello sperpero immane di denaro ad opera della politica,la parola d'ordine è risanare il debito pubblico e tagliare la spesa.A chi tocca tocca.Cos'ì hanno tolto i "progetti"( anche quelli necessari) e se la gente deve aspettare di più, è lo stesso.E' più importante il debito pubblico a prescindere dalle cause che lo hanno prodotto.. Caro Asssessore, non faccia di tutta l'erba un fascio.L'attività chirurgica e quella Anestesiologica non sono programmabili a tempo come in altri settori della medicina.Con il blocco delle attività aggiuntive o come le vuole chiamare,si andrà contro l'obiettivo primario che la istituzione da Lei rappresentata ha l'obbligo di raggiungere, ovvero la garanzia delle cure ai cittadini non paganti.Per l'intramoenia, nel nostro caso,non tiri in ballo il CCNL( è solo un contratto,non una legge) e la normativa Regionale che permette alle ASL di chiedere ai propri dipendenti(con attività estremamente diversificate) lavoro extra pagato come libera professione.Lei sà bene dov'è il trucco.Non pagare i contributi INPDAP per il lavoro aggiuntivo.Ne deriva un danno importante alla previdenza dei sanitari.Da quei proventi dovremmo versare contributi all'ENPAM,che rispetto all'INPDAP è solo fumo negli occhi per i dipendenti e manna per i convenzionati ENPAM. E' nota a tutti la precarietà del futuro pensionistico col passaggio al contributivo.Perciò, come si fà a definire lavoro autonomo, ovvero non subordinato, quello che facciamo in più se non possiede nessuno dei requisiti di legge per essere considerato tale? So bene che la domanda non va posta a Lei,ma se ha compreso la rilevanza del problema, faccia qualcosa per stroncare le"lobby" di potere all'interno della categoria e che pretendono di considerare lavoro autonomo una seduta operatoria ordinaria aggiuntiva il cui costo orario sia stato preventivamente concordato con il sindacato. Dott. Vignali Fabrizio.c
Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.