Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Logo Medikey
icona
Per accedere è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali





contributo INPDAP
Agostino Bitocchi
#1 Inviato : sabato 23 giugno 2007 16.12.42(UTC)
Rank: Member
Messaggi: 14
Oltre alle Tasse vicine ormai al 50% (considerando le addizionali regionali, comunali ecc.) il medico ospedaliero è oggi sottoposto ad un nuovo balzello: un contributo obbligatorio per il fondo per l'accesso alle prestazioni creditizie Inpdap di cui al decreto del 7 marzo 2007 n.46. Tale contributo è dovuto da tutti i dipendenti pubblici (anche quelli che non usufruiranno mai dei crediti Inpdai) in ragione dello 0,35% del reddito lordo, cioè per un ospedaliero circa 260-280 euro l'anno. Pare, ma non tutti gli esperti interpellati sono d'accordo, che il balzello risponda al silenzio-assenso e che quindi sia possibile chiedere di esserne esonerati presentando richiesta per raccomandata entro il 5 agosto 2007 alla sede provinciale Inpdap di competenza. Chiedo ai colleghi se hanno ulteriori notizie.
Giovanni Fumo
#2 Inviato : giovedì 28 giugno 2007 0.32.18(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2
La nota del collega Bitocchi è vera: anche tanti giornali non governativi ne hanno scritto. L'ingiustizia sta nel "silenzio -assenso" per cui è bene spedire la Racc.ta per esplicitare un dissenzo duro e forte. GFumot
Pietrina Coniglione
#3 Inviato : lunedì 2 luglio 2007 21.22.37(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
A me risulta essere obbligatorio. E' stato esteso anche ai pensionati per lo 0,1% E’ tuttavia consentita l’opzione, utilizzabile specie dai pensionati più anziani che possano ritenere inutile la possibilità di richiedere delle prestazioni creditizie, di essere esonerati dal prelievo, a domanda da presentare all’INPDAP, entro il termine di 6 mesi dalla prima mensilità di pensione sulla quale è stato praticato il prelievo stesso (il meccanismo funge, quindi, come silenzio-assenso). //www.b
Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.