Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Logo Medikey
icona
Per accedere è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali





Obesità, una priorità del Ssn. Impatto ancora più evidente con Covid-19
Administrator
#1 Inviato : martedì 23 marzo 2021 09:31:02(UTC)
Rank: Administration
Messaggi: 8.033

OBESITÀ, UNA PRIORITÀ DEL SSN. IMPATTO ANCORA PIÙ EVIDENTE CON COVID-19


Le conseguenze dall' obesità sulla salute della popolazione in termini di anni di vita persi e di disabilità, ma anche di impatto economico, perdita di produttività e maggior ricorso ai servizi sanitari, rappresentano un problema che, se non affrontato, è destinato a trasformarsi in una vera emergenza sanitaria. Ecco perché è necessario "Considerare l'obesità una priorità del sistema sanitario nazionale", come afferma il claim del 3rd Italian...

Per leggere l'intero articolo cliccare qui

adriano borelli
#2 Inviato : martedì 23 marzo 2021 09:31:06(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 4
NESSUNO NASCE OBESO L'OBESITA E'UNO STATO CHE SI RAGGIUNGE GRAMMO DOPO GRAMMO .L'ATTIVITAFISICA E' IL VERO UNICO ANTIDOTO... ,ILRESTO E' DI SUPPORTO PER SCALARE EVEREST SI MANGIANO OLTRE 10.000 CALORIE AL GIORNO!!! IN UNA TAPPA DEL GIRO DI FRANCIA SI CONSUMANO 8.000 CALORIE!! SI DIVENTA OBESI PER ECCESSO DI ALIMENTAZIONE O PER MANCANZA DI ATTIVITA FISICA??
giovanni colonna
#3 Inviato : giovedì 25 marzo 2021 17:06:57(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 480

Per andare sull’Everest o fare una corsa professionistica di bici occorrono anni di allenamento continuo e un fisico metabolicamente perfetto, cosa che non è da tutti.

L’obesità è una malattia multifattoriale con diverse associazioni multi-geniche di geni allocati su quasi tutti i cromosomi. Molte sono le cause che possono generarla, quasi tutte metabolicamente molto poco studiate, e quindi ignote, per cui una diagnosi della malattia, senza una chiara conoscenza del meccanismo metabolico che l’ha prodotta, e che andrebbe aggredito, ha poche chance di risolvere il problema. A questo si aggiunge che, almeno nelle persone sane, il sopravanzare dell’età rende fisiologicamente più arduo la rimozione dei lipidi dalle masse grasse di accumulo. Il sopravanzare dell’età comporta che per bruciare la stessa quantità di grasso, occorre progressivamente sempre più esercizio fisico nei più anziani, anche molte volte di più. Quello che è cambiato è la cinetica enzimatica di rimozione dei lipidi (che comprende una serie di passaggi metabolici e altrettanti enzimi) che si è allungata temporalmente (le reazioni cataboliche sono molto più lente). Questo non agevola l’approccio, perché l’obeso (senza scomodare i grandi obesi dove dimagrire è quasi impossibile), vedendo che non succede nulla e che deve sforzarsi tantissimo per vedere solo un risultato minimo, crolla psicologicamente e rinunzia. Per essere chiari, per avere la stessa perdita di peso che hai a 30 anni percorrendo 30 Km in bici, a 60 ne devi percorrere almeno 90 di Km, senza tener conto che a 60 anni aumenta anche la probabilità di avere degli acciacchi collaterali che ti impediscono di fare i 90 Km. Il ciclismo amatoriale “richiede” mediamente circa 8 kcal all’ora per ogni chilo di peso corporeo (60 Kg = 480 kcal), che non è poi tanto. 

Se non si cambia l'approccio per studiare l'obesità, tutto rimarrà allo stato attuale. Studiare l’obesità attraverso la misura quantitativa dei composti metabolici presenti nel sangue, non porta da nessuna parte perché parametri macroscopici, che possono avere origini anche molto diverse dall’obesità. Sono approcci di almeno 40 anni fa. Oggi, occorre andare a capire quali geni sono espressi e quali no in un certo individuo (fenotipo). Occorrerebbe correlare questi geni alla loro reale attività metabolica, alla loro capacità di controllo dell’omeostasi e verificare se ci sono alterazioni nei sistemi di segnalazione metabolica. E tanto altro ancora su queste basi (approccio “omico”), ma tutti hanno la presunzione di avere la ricetta magica con la dieta per dimagrire (che fa fare tanti soldi). Con la dieta non si ottiene lo scopo; si rischia solo di perdere proteine, comprese quelle muscolari. In questo modo, oltre a non avere gli effetti desiderati, si blocca anche il favorevole effetto ormonale di un muscolo tonico (con una buona massa di miofibrille contrattili) che controlla il peso individuale e il buon funzionamento di altri sistemi, mentre il muscolo sarcopenico produce solo segnali molecolari contrari.

Un saluto

Piernicola Comuniello
#4 Inviato : mercoledì 30 giugno 2021 00:01:02(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 30

Aggiungiamo fra le cause la mancata soddisfazione che porta al cibo come succedaneo del successo, della mancanza di una fidanzata, moglie o famiglia, della mancanza di soldi, della pubblicita' martellante che ti impone stili di vita che non puoi permetterti, della impossibilita' di vivere una vita di relazione con amici e vicini di casa per la mancanza di requisiti fisici che non sono ottenibili nemmeno con la chirurgia, che ti portano in pratica a mangiare per sopperire alla carenza di endorfine.

Just my two euro-cent (e scusa le omissioni e tutto il resto)

Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.


chiudi