Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Logo Medikey
icona
Per accedere è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali





Coronavirus, il giorno zero arriverà a metà maggio in tutta Italia. Ecco le proiezioni da regione a
Administrator
#1 Inviato : mercoledì 1 aprile 2020 05:54:23(UTC)
Rank: Administration
Messaggi: 8.033

CORONAVIRUS, IL GIORNO ZERO ARRIVERÀ A METÀ MAGGIO IN TUTTA ITALIA. ECCO LE PROIEZIONI DA REGIONE A REGIONE


C'è chi pensa che il blocco anti-coronavirus sarà prorogato fino a Pasqua, chi, invece, fino al ponte del Primo maggio, con la riapertura graduale del Paese dal 4 maggio. Tutto dipenderà da quando arriverà il giorno zero, cioè quello senza nuove diagnosi di tamponi positivi. Giorno che, secondo le tendenze attuali, potrebbe arrivare sull'intero territorio nazionale fra il 5 e il 16 maggio. A prevederlo è una ricerca avviata in questi giorni dall'Einaudi Institute...

Per leggere l'intero articolo cliccare qui

stefano spisti
#2 Inviato : mercoledì 1 aprile 2020 05:54:30(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 5
Non ci sono dati precisi o la regione Abruzzo non esiste più sulle carte geografiche?
stefano spisti
#3 Inviato : mercoledì 1 aprile 2020 05:54:32(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 5
Non ci sono dati precisi o la regione Abruzzo non esiste più sulle carte geografiche?
Vincenzo Scrivano
#4 Inviato : mercoledì 1 aprile 2020 06:09:17(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 458

Administrator ha scritto:

CORONAVIRUS, IL GIORNO ZERO ARRIVERÀ A METÀ MAGGIO IN TUTTA ITALIA. ECCO LE PROIEZIONI DA REGIONE A REGIONE


C'è chi pensa che il blocco anti-coronavirus sarà prorogato fino a Pasqua, chi, invece, fino al ponte del Primo maggio, con la riapertura graduale del Paese dal 4 maggio. Tutto dipenderà da quando arriverà il giorno zero, cioè quello senza nuove diagnosi di tamponi positivi. Giorno che, secondo le tendenze attuali, potrebbe arrivare sull'intero territorio nazionale fra il 5 e il 16 maggio.

[...]

«Va notato che il numero dei casi in questo momento non è pari al numero degli abitanti del Paese attualmente infettati, ma solo a quello di coloro che sono risultati positivi al test. La quantità di persone attualmente infettate è probabilmente maggiore di un intero ordine di grandezza», scrive Franco Peracchi, autore del lavoro che verrà rivisto e ripubblicato ogni sera sul sito dell'Eief dopo gli aggiornamenti della Protezione civile. «La proporzione fra i casi positivi e il numero di persone infettate in ogni momento dato non va considerata costante, perché i criteri e l'intensità dei test variano nel tempo e fra regioni»

Una vecchissima barzelletta si basava sulle "precisissime" valutazioni di un esploratore dell'esecito USA dell'Ottocento, che con uno sguardo stimava il numero precisi di pellerossa di un accampamento, disposto su un quadrato perfetto. Contava con esattezza il numero degli uomini ai vertici del quadrato, tre per vertice, e poi "più o meno cinquemila ce ne saranno in mezzo", concludendo come fossero esattamente 5012...

Le stime dei contagiati in Italia sono fatte allo stesso modo. I positivi al tampone vengono riportati con la precisione dell'unità, e poi "il resto é probabilmente maggiore di un ordine di grandezza".

In realtà, vi sarebbe il modo di eseguire una stima statistica; si esegue una determinazione su un campione rappresentativo della popolazione, e si avrà un valore compreso tra i relativi limiti di confidenza. Ripetendo questo procedimento si avrà una stima attendibile dell'andamento dell'epidemia, e da questo potrà essere estrapolato il "punto zero".

Qualnque libro di statistica medica, anche "a buon mercato" (come ad esempio il Colton) così come di statistica generale generale (come ad esempio lo Spiegel) riporta in dettaglio le metodologie per le stime e le determinazioni di un campione relativo alla popolazione in studio. Il primissimo criterio da adoperare per ottenere un campione rappresentativo della popolazione é una corretta randomizzazione; cioè, l'esatto contrario di quanto viene fatto in Italia, dove l'esecuzione dei tamponi é eseguita su soggeeti selezionati.

Quindi, qualunque valutazione eseguita con i "dati" che vengono esposti é, semplicemente, ridicola.

Ora é impossibile che un epidemiologo, qualunque epidemiologo, non conosca tale principio basilare della statistica; perciò, ciò configurerebbe una manipolazione dell'informazione, spacciando i numeri per qualcosa che essi non possono rappresentare.

Questo a meno che, beninteso, le valutazioni non vengano affidate a personaggi come quel virologo che un paio di giorni fa sosteneva come la temperatura di cottura dei cibi fosse di sessanta (!) gradi....

 

Riccardo Conti
#5 Inviato : mercoledì 1 aprile 2020 06:35:06(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1

Cercando su google ho trovato la pubblicazione dello studio, per l’abruzzo è previsto l’11 aprile. Qualora ti interessasse ti linko lo studio aggiornato al 30 marzo, ogni giorno con i nuovi dati dovrebbe venire ripubblicato aggiornato. 

https://ucd97bcde97f96fd...nfOKIj1bmdFZ_EJrbEw/file

Vittorio Principe
#6 Inviato : mercoledì 1 aprile 2020 09:25:10(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 618

Il problema è che DOBBIAMO vietare l'accessi indiscriminato agli ambulatori medici, ora ma specialmente nel futuro. Che i Sindacati si adoperino a questo: basta con chiesa-spesa-medico. Altrimenti avremo nuovamente un Covid-20 senza controllo. Mettiamocelo in testa, spero!

Giovanna Giardina
#7 Inviato : mercoledì 1 aprile 2020 09:27:42(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1

Anche la Sicilia non viene menzionata...Boh

Maria Anna Marotta
#8 Inviato : mercoledì 1 aprile 2020 09:46:57(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2

Nemmeno la Sicilia è contemplata, evidentemente non fa parte dell'Italia

Domenico Pierro
#9 Inviato : mercoledì 1 aprile 2020 10:04:54(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 300
l'unica vera realtà è che usciremo da questa situazione quando DIO vorrà,indipendentemente dai tanto soloni nazionali e internazionali
Stefano Cristallini
#10 Inviato : mercoledì 1 aprile 2020 10:44:51(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1

Vanno ASSOLUTAMENTE IMPOSTI !!!!!!!!!!!!OBBLIGATI !!!!!!!!!!! gli appuntamenti per recarsi dai Medici di Medicina Generale !!!!!!!!!!!!!

Cristina Di Leo
#11 Inviato : mercoledì 1 aprile 2020 10:46:14(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1

neanche il Friuli Venezia Giulia... e poi ci dicono perchè vogliamo tornare sotto l'Austria!

 

Manuel Saletta
#12 Inviato : mercoledì 1 aprile 2020 11:59:40(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1

manca anche la Sicilia nelle proiezioni

ROSARIO RIZZO
#13 Inviato : mercoledì 1 aprile 2020 13:09:48(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1

Al solito pubblichiamo articoli  incompleti ..con notizie poco precise...la SICILIA insieme all'altra regione non menzionata evidentemente non fa parte del bagaglio culturale dell'autore

Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.


chiudi