Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Logo Medikey
icona
Per accedere è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali





Il nuovo coronavirus non è stato progettato in laboratorio: ecco le prove
Administrator
#1 Inviato : giovedì 26 marzo 2020 20.33.01(UTC)
Rank: Administration
Messaggi: 6.911

IL NUOVO CORONAVIRUS NON È STATO PROGETTATO IN LABORATORIO: ECCO LE PROVE


Un virus chimera creato in laboratorio nel 2015, e ottenuto combinando un coronavirus scoperto in una particolare specie di pipistrello cinese con un altro che causa la Sars nei topi da laboratorio. La notizia è rimbalzata dai social in seguito alla diffusione di un servizio della trasmissione Leonardo del 2015 suscitando molto allarmismo, ma, ci tengono a sottolineare gli esperti, è destituita di ogni fondamento. La conferma arriva da una lettera all'editore pubblicata su Nature...

Per leggere l'intero articolo cliccare qui

Vincenzo Scrivano
#2 Inviato : giovedì 26 marzo 2020 20.33.26(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 449

Il lavoro é sempre quello del 19 febbraio, nulla di nuovo, riciclato dai media come fosse una novità.

Il problema non é la trasmissione televisiva del 2015, che é "divulgazione" scientifica; il problema sta negli eventi da cui la trasmissione prendeva spunto, riassunti in questo lavoro. Al di là delle informazioni sulla patogenesi della SARS, quello che é realmente interessante é vedere quale fosse lo "stato dell'arte" relativo all'ingegneria genetica sui virus cinque anni fa, e cosa già allora fosse possibile, e con quale facilità.

In questo campo, cinque anni sono un'era; sostenere, come fanno Andersen e gli altri autori, che sia a tutt'oggi necessario adoperare come "base" solo alcuni virus é una pretesa, nulla più che una risibile opinione. E' ben lungi dall'essere una dimostrazione scientifica; e spacciarla per tale é scorretto.

E' comprensibile come anche il solo fatto di ventilare l'ipotesi che questa epidemia non abbia origini naturali porterebbe ad una condizione sociale ingestibile; ma, anziché svilire la scienza in questo modo, basterebbe stare zitti. Sarebbe meglio non toccare l'argomento.

Se le istituzioni hanno davvero intenzioni di occuparsi dei risvolti sociali di questa epidemia, anziché fornire scuse poco verosimili ed astratte, avrebbero qualcosa di ben più concreto di cui occuparsi: qui sono già iniziate le rapine... e non solo qui.

Emilio Filippo Fossali
#3 Inviato : venerdì 27 marzo 2020 9.21.07(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1

Allora a cosa servono i pipistrelli el laboratorio di Wahn?? E poi il lavoro parla di probabilità non esprime certezze!!

Nature non è la Bibbia!! Rimane il dubbio

Valerio Pesi
#4 Inviato : venerdì 27 marzo 2020 15.54.12(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1

Analizzando bene a posteriori forse nemmeno la SARS è stato uno switch naturale

Vincenzo Scrivano
#5 Inviato : venerdì 27 marzo 2020 17.23.41(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 449

Valerio Pesi ha scritto:

Analizzando bene a posteriori forse nemmeno la SARS è stato uno switch naturale

 

E' qualcosa che ho sempre ipotizzato, ma é acqua passata. E' la SARS2 che non é passata, non lo é affatto.

E poiché qualcuno continua a sostenere a cadenze settimanali, che l'epidemia ha un'origine naturale, e lo sostiene adducendo come prova sempre lo stesso lavoro di Andersen, ogni settimana (lavoro che non può che avere i medesimi contenuti dal giorno della sua pubblicazione), a me piacerebbe tanto che questo "qualcuno" mi spiegasse l'esatto significato di questa frase, contenuta nelle conclusioni del lavoro:

Although genomic evidence does not support the idea that SARS-CoV-2 is a laboratory construct, it is currently impossible to prove or disprove the other theories of its origin described here, and it is unclear whether future data will help resolve this issue

Non il significato letterale, ché quello la capisco bene, ma il significato logico. Sono certo che é un mio limite intellettuale, ma gradirei che il "qualcuno" mi spiegasse come accade che se Andersen e collaboratori ritengono "attualmente impossibile", portare delle prove a supporto o contrarie alle altre ipotesi sull'origine del virus, come mai il "qualcuno" é così certo che il virus sia stato generato tramite spillover?

Perché non ne é certo neanche Andersen il quale, forse per una forma di onestà intellettuale residua, non afferma che il virus non sia stato prodotto in laboratorio, ma afferma soltanto che le evidenze basate sulla sequenza genica non supportano l'ipotesi della generazione in laboratorio, che é un concetto molto diverso: una cosa é la prova dell'assenza di una condizione, ben altra é l 'assenza di una prova della condizione.

Ma anche la presunta assenza della prova é un fatto del tutto soggettivo, nulla più che un'opinione. Nella sezione "Theories of SARS-CoV-2 origins"del solito lavoro, Andersen e gli altri autori dicono testualmente:

It is improbable that SARS-CoV-2 emerged through laboratory manipulation of an existing SARS-related coronavirus. As noted above, the RBD of SARS-CoV-2 is optimized for human ACE2 receptor binding with an efficient binding solution different to that which would have been predicted. Further, if genetic manipulation had been performed, one would expect that one of the several reverse genetic systems available for betacoronaviruses would have been used.

Quindi, secondo Andersen e gli altri, é semplicemente improbabile (non impossibile), che il SARS-COV2 sia stato generato manipolando un coronavirus già esistente correlato alla SARS (ma nulla, ovviamente, può dirsi riguardo alla manipolazione di altri betacoronavirus). Da qui a far divenire certo che il virus non sia stato generato in laboratorio vi é una distanza cosmica.

Inoltre, se questo fosse avvenuto , "uno si sarebbe aspettato" (ove questo "uno" sarebbe Andersen)  che venisse usata una sequenza genica tra quelle disponibili;perché così, evidentemente avrebbe fatto Andersen se avesse dovuto generare un nuovo virus.

Magari c'é qualcun altro che é avanti anni luce ad Andersen, ed é in grado di fare diversamente.

Quindi, il lavoro citato ha un indubbio valore tecnico-scentifico nella sezione che riguarda la determinazione della sequenza genica del virus e la sua analisi, ma le conclusioni sono... l'opinione di Andersen!

Se io fossi stato il referee della testata avrei chiesto agli Autori almeno di modificare le espressioni usate nella conclusione; ma tant'é... il problema non é questo.

Il problema sta nel fatto che Andersen e gli altri Autori non hanno comunque usato espressioni categoriche, perché probabilmente quel poco di etica che rimane continuava a fare capolino nel loro animo; però, "qualcuno" spaccia queste opinioni come prova certa, fidando nel fatto che pochi deficienti come me vanno a leggere davvero il lavoro, anziché bersi come ore colato le sciocchezze propinate da quel "qualcuno".

E questa é manipolazione dell'informazione, posta in essere abusando della "credulità popolare", attraverso il quale il "qualcuno" cerca di spacciare l'assenza di prova per prova dell'assenza. Ed il "qualcuno", per comportarsi così, avrà il suo tornaconto.

Qui, di etica, non ne vedo più.



Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.