Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Logo Medikey
icona
Per accedere è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali





Aggressioni medici, a Napoli chiesta archiviazione. Fimmg: urge legge per inasprire le pene
Administrator
#1 Inviato : martedì 19 novembre 2019 12.11.56(UTC)
Rank: Administration
Messaggi: 6.438

AGGRESSIONI MEDICI, A NAPOLI CHIESTA ARCHIVIAZIONE. FIMMG: URGE LEGGE PER INASPRIRE LE PENE


«Una notizia che è arrivata come un pugno allo stomaco. È l'ennesima dimostrazione, qualora ne servisse una, di quanto sia urgente l'approvazione della legge che irrigidisca le pene per chi aggredisce un medico o un operatore sanitario e gli conferisca lo status di pubblico ufficiale». Questa la reazione di Silvestro Scotti , segretario generale nazionale Fimmg, in merito alla richiesta di archiviazione della procura di Napoli in relazione all'aggressione subita da un infermiere dell'Ospedale...

Per leggere l'intero articolo cliccare qui

Vincenzo Scrivano
#2 Inviato : martedì 19 novembre 2019 15.58.18(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 302

Administrator ha scritto:

AGGRESSIONI MEDICI, A NAPOLI CHIESTA ARCHIVIAZIONE. FIMMG: URGE LEGGE PER INASPRIRE LE PENE

[...]


Non possiamo più aspettare, dobbiamo fornire alla magistratura gli strumenti per punire severamente chi si rende colpevole dell'aggressione di un medico.

[...]

 

C'é qualcosa che non capisco. Ma davvero non la capisco; se qualcuno fosse cosi gentile da spiegarmela...

 

l'art. 582 CP recita testualmente:

Chiunque cagiona ad alcuno una lesione personale, dalla quale deriva una malattia nel corpo o nella mente, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni.

Se la malattia ha una durata non superiore ai venti giorni e non concorre alcuna delle circostanze aggravanti prevedute dagli articoli 583 e 585, ad eccezione di quelle indicate nel numero 1 e nell'ultima parte dell'articolo 577, il delitto è punibile a querela della persona offesa.

e basta.

Se la "persona offesa" presenta la querela, ed il fatto é provato, non vi sono possibilità alternative: il reo deve essere perseguito. Poi in sede giudiziale, potrà prendere il minimo, usufruire delle attenuanti, etc.; ma il procedimento non può essere archiviato per iniziativa di un magistrato.

Se il magistrato lo archivia dimostra di annullare gli strumenti che già possiede, commettendo un 'azione che va ben al di là dell'abuso (in quanto nega l'esistenza di uno Stato di diritto); ma allora, se la magistratura si pone al di sopra delle leggi che già esistono, a cosa mai servirebbe una nuova legge, se il magistrato elude anche la vecchia?


 

 

Salvatore Alaimo
#3 Inviato : martedì 19 novembre 2019 18.54.04(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 435
infatti la legge esistente è elusa.Dimostrazione finale che ,chissà perchè,le aggressioni ai sanitari sono considerate fatti accidentali,normali effetti collaterali.
Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.