Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Logo Medikey
icona
Per accedere è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali





2 Pages12>
Università, la proposta M5S: no al test e sbarramento al primo anno. I medici non ci stanno
Administrator
#1 Inviato : martedì 12 marzo 2019 7.31.50(UTC)
Rank: Administration
Messaggi: 6.042

UNIVERSITÀ, LA PROPOSTA M5S: NO AL TEST E SBARRAMENTO AL PRIMO ANNO. I MEDICI NON CI STANNO


Sull'addio al numero chiuso c'è dialettica tra la maggioranza di governo e l'Ordine dei Medici. In commissione cultura alla Camera entra nel vivo il disegno di legge a firma del deputato M5S Francesco D'Uva per sostituire il test d'ingresso a Medicina con un primo anno di tronco comune in Area Sanitaria, dove aspiranti Medici, Veterinari, Odontoiatri, Infermieri e tecnici sanitari di prevenzione e riabilitazione sarebbero chiamati a superare materie comuni. Il ddl 812, presentato un anno...

Per leggere l'intero articolo cliccare qui

GUIDO SANTANGELO
#2 Inviato : martedì 12 marzo 2019 7.31.56(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 38
LA VERITA' E' UNA SOLA SI VUOLE IMPEDIRE IL DIRITTO ALLO STUDIO IN TUTTI I MODI PER TUTELARE I PROPRI INTERESSI , CALPESTANDO GLI STUDENTI LE FAMIGLIE E IL FUTURO DELL'ITALIA.SE IL GOVERNO E' CAPACE MANDI A QUEL PAESE QUESTI IMBECILLI E RITORNI AI DETTAMI DELLA COSTITUZIONE GARANTENDO IL DIRITTO ALLO STUDIO E IL FUTURO DELL'ITALIA.
Antonio Ricciardi
#3 Inviato : martedì 12 marzo 2019 7.47.30(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 183

Grazie al numero chiuso che la pletora sta finendo,e chi vuole la riapertura,vuole il male di un categoria svilita e malpagata.Non vedo problemi in una selezione certa.Se non vuoi i test d`ngresso devi riformare tutto il percorso scolastico con una durissima selezione,certamente non quella di oggi dove oramai è solo un parcheggio

Edda Cava
#4 Inviato : martedì 12 marzo 2019 8.04.46(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1

Gent.mo Guido Questi imbecilli sono i vostri medici!! Complimenti per l'analisi dettagliata ed esauriente del problema.

Giovanni Migliaccio
#5 Inviato : martedì 12 marzo 2019 9.02.08(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 64

Finalmente una proposta sensata (mosca bianca) del M5S.
Vedo che la maggior parte dei colleghi sono favorevoli ai test di ingresso e quel che più meraviglia e che tali sostenitori si sono tutti laureati senza test di ingresso.

Mi fa venire in mente una "barzeletta"
Un tizio si presenta a una sezione del PCI per chiederne l'iscrizione. Gli vengono poste alcune domande per capire se sarà un bravo comunista.
1) domanda: Se possiedi due case, cosa fai ?
Risposta: una la tengo, l'altra al Partito
Bene, bravo
2) domanda se possiedi due ville al mare ?
Risposta: una la tengo e l'altra al Partito
Ben
issimo
3) se hai due biciclette?
Risposta: me le tengo
E come mai?
Le biciclette ce le ho davvero!

Qualcuno ha scritto: Il mito dell'università per tutti (retaggio degli anni 70) creerà una pletora di sotto-occupati da sfruttare (vedasi altri laureati quali architetti, praticanti avvocati, laureati in scienze varie, questi ultimi destinati al call center)

Nonostante la paventata pletora medica degli anni '70, fino ad oggi non si è visto un medico disoccupato o sottoccupato.

Cos'è che spaventa del libero accesso ? Non lo capisco
Se dopo il primo biennio lo studente non supera gli esami con una media decente, non proseguirà negli studi

enrico graziani
#6 Inviato : martedì 12 marzo 2019 9.53.07(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1

Penso che ogni persona debba avere il diritto allo studio e il diritto di scelta, ancora il diritto di cambiare e nessuno può decidere per gli altri. Racconto la mia esperienza personale. Mi sono iscritto a Medicina perché mia mamma medico ha pianto per tre giorni e per tre notti prima di dissuadermi a iscrivermi a Ingegneria. Ho studicchiato per quattro anni. Al quinto anno, a una lezione di oculistica, nel vedere gravi patologie che affliigevano bimbi incolpevoli  è  scattata una molla che mi ha spinto a studiare in maniera esasperata per praticare lil prima possibile quella, che a quasi ottanta anni, ritengo ancora la professione più bella del mondo. Ringrazio ancora mia madre per avermi dato questa possibilità. Chissà se ci fossero stati i test per un ingenuo adolescente di provincia!

Livio De Gobbi
#7 Inviato : martedì 12 marzo 2019 11.27.00(UTC)
Rank: Member
Messaggi: 20

Esatto. Il mio professore di biochimica diceva:' lasciamo il libero accesso, la selezione la faremo poi noi (i docenti n.d.r.)'. Credo che il problema non si risolva con i numeri chiusi (pardon ' programmati'): l'importante è che la selezione (brutta parola ma efficace) si faccia su chi ha veramente intenzione di proseguire perchè studia con passione e merito e non chi 'vivacchia' e se la prende comoda (magari perchè ha il babbo che, comunque, da qualche parte riesce a piazzarlo).

ANTONIO MARIA FRASCARO
#8 Inviato : martedì 12 marzo 2019 11.54.07(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1

Perche’ non introdurre le specializzazioni antofinanziate , in tal modo lo Stato non spenderebbe altro denaro e avremo i medici formati in futuro, visto che si prevede una carenza di medici .

 

 

Sergio Santilli
#9 Inviato : martedì 12 marzo 2019 12.05.26(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 619

Caro Graziani,lei dice bene della professione più bella del mondo; dipende da quale angolazione si guarda. Lei in compenso ha scelto di dividersi in due, uno in due, dedicandosi anche all'odontoiatria, molto più appagante della servile pratica medica,detta missione. Comunque una cosa è certa, lei la selezione la fece ,eccome se la fece. Basti pensare a quello che era il liceo classico sino al 1968 e la licenza liceale. Unico diploma di stato che ti permetteva di accedere  a medicina, in quei pochi atenei che c'erano. E che equipe, un insieme di medici scelti, dei veri scienziati, maestri che ci insegnavano con passione l'arte mediaca. Ora i diplomati in tutte le scuole, persino la scuola alberghiera, possono  accedere a medicina. I diplomati che affrontano l'esame finale, sono promossi quasi tutti. Le statistiche dicono il 99,9%. A rimetterci le penne per salvare la faccia,è qualche povero privatista. Ai test, questa massa di promossi si presenta compatta. Lo scorso anno sono stati ,nella sola medicina, circa 70mila, per 9mila posti circa. Molti asseriscono che i test non c'entrano con la medicina. Certo, mica sono medici ai quali va chiesto sullo scompenso cardiaco, sulla cirrosi epatica etc. Sono studenti ai quali si chiede cultura generale, cosa altro sennò?  Ebbene chi vuole abolire i test, nati per selezionare i tanti studenti, dopo anni ed anni di discussione, ora si torna all'origine. Si torna alla baraonda. E chi poteva proporne l'abolizione, se non i 5 stelle? Il nuovo che avanza. Appunto il nuovo, che non ha alcuna contezza di quello che è stato il passato, con la pletora medica .Un medico ogni 120 abitanti, un rapporto da terzo mondo che nemmeno nel Burundi. Tutti dentro il primo anno,destinato alla selezione. E chi saranno i selettori e con quale metodo si selezionerà la massa studentesca con rapprersentanti di aspiranti medici, veterinari, indfermieri, odontoiatri....Onirico, solo un 5*,poteva partorire una idea simile, con parto distocico.

alessandra fedeli
#10 Inviato : martedì 12 marzo 2019 12.13.00(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 181

Io penso che alla luce della drammatica mole dei contenziosi medico legali supportati da una giurisprudenza oramai nettamente a sfavore della figura del medico e in considerazione degli atti di altrettanto drammatica violenza di cui i medici sono oggetto da parte di pazienti oramai maleducati arroganti e ignoranti grazie ad internet scegliere di fare il medico oggi in questo paese sia una decisione scellerata.. 

GUIDO SANTANGELO
#11 Inviato : martedì 12 marzo 2019 12.52.38(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 38

Quanto guadagnano le Universita' con le iscrizioni ai test? I test servono a scoraggiare gli studenti a spennare soldi alle famiglie e calpestare un diritto civile inalienabile

Giovanni Migliaccio
#12 Inviato : martedì 12 marzo 2019 13.45.56(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 64

cari colleghi,

faccio una proposta

Tutti i medici laureati dal 1970 all'anno precedente l'introduzione dei test, dovranno svolgerli anche loro

A chi non li supera, verrà revocata la Laurea.

E' certo una proposta paradossale, ma proviamo a rispondere. E a rispondere inviterei chi, laureatosi senza test di ingresso, ora li sostiene (cari compagni le due biciclette ce li ho veramente!!!)

Certamente le scuole medie superiori erano selettive, ma non è possibile allargare una strada in cui affluiscono migliaia di auto e dopo pochi metri restringerla a un sentiero.

 

Per quanto riguarda le scuole di specializzazione, l'accesso sarà proporzionato al numero dei laureati che avranno ottenuto la Laurea con votazione tra 98 e 110

alessandra fedeli
#13 Inviato : martedì 12 marzo 2019 14.00.39(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 181

Ma tanto con lo sfascio a cui  questo governo ci sta preparando anche il SSN diventerà una chimera.. Naturalmente stanno solo completando l opera iniziata da quelli precedenti.. 

Gaetano Tiene
#14 Inviato : martedì 12 marzo 2019 14.41.26(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 108

 @Giovanni Migliaccio:

non so se sei un medico...cmq sia se tu lo fossi il tuo docente di patologia medica (è la prima discplina che mi è venuta) è stato un docente senza test d'ingrtesso?

rendiamoci un attimo conto di ciò che si scrive al di là di test d'ammissione, pletora spottopletora. 

Il diritto allo studio? ok! allora che si rendano tutte le facoltà pari a quelle dell'accademia militare oltre al concorso non puoi svernare.

Gaetano Tiene
#15 Inviato : martedì 12 marzo 2019 14.46.44(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 108
Giovanni Migliaccio sei un razzista
Giovanni Migliaccio
#16 Inviato : martedì 12 marzo 2019 16.10.23(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 64

Caro Tiene,

se non hai capito se sono o no un medico, credo che ogni dialogo con te sarà davvero impossibile.

Poi, se riesci a spiegarlo, perché sarei razzista ?

antonio marchitiello
#17 Inviato : martedì 12 marzo 2019 16.31.19(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1

Mi piace

 

Domenico Balestrucci
#18 Inviato : martedì 12 marzo 2019 17.05.32(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1

Quoto in pieno  Se non si torna ad una scuola superiore seria e non a questo infamante gioco ad accaparrarsi studenti col meretricio di non studio certezza della promozione e voti alti fasulli, non si  va da nessuna parte  Altro che competenze, oggi gli studenti sono solo utili idioti per. Accaparrarsi fondi in progetti. Sono solo un numero. 

Sergio Santilli
#19 Inviato : mercoledì 13 marzo 2019 10.19.15(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 619

Mi dispiace esternare per iscritto certe cose nei confronti di un collega, ma per certe idee utopistiche e fuori luogo a volte è necessario. Il collega D.B. dice che il suo professore era per il libero accesso a medicina, perché poi a fare la selezione ci pensava lui ed i suoi colleghi. Parole sante, ma io ho un dubbio. Come mai ci sono più di trecentomila iscritti all'ordine dei medici? Forse perché il solerte professore con i suoi colleghi ha fatto la selezione? Figuriamoci se non la faceva cosa sarebbe successo, con 60mila  CHE AMBISCONO ISCRIVERSi ogni anno. Certo che prima c'era diritto allo studio per tutti, ma solo quelli del liceo classico, che preparava i futuri dirigenti della nazione ed era un percorso molto duro, potevano accedere a medicina ed altro. La selezione cominciava da lì. Le università non erano molte e sino al 1968, tanti anni e secoli, l'Italia è andata avanti e ci ha regalato eccellenze nei vari campi dello scibile umano. Poi sono arrivati gli iconoclasti, i barbari, che hanno capovolto come un calziono il sistema aiutati dai soliti partiti utopistici; hanno moltiplicato università anche a Canicattì, e quello si è rovesciato ,come una diligenza impazzita. Calcolate gli ingressi liberi in tutte le facoltà di medicina, mi pare siano una trentina e vi renderete conto del numero esorbitante di aspiranti medici. Mettete ad esempio 10mila iscritti per università : 10000x30=30000,per ogni anno. Thò, anche 5000 x annox30=150000. Ogni anno un numero esorbitante. Che selezione vuoi fare,la selezione del cxzzx ! Ora vi siete mai chiesti perché le univeristà sono state costrette a decidere per il numero chiuso ?(Dopo avere testato il numero programmato).Sapete la differenza, prima diparlare tra le due norme? Il numero programmato era stabilito dall'ateneo e perciò atto amministrativo. Il numero chiuso è stato stabilito per legge e perciò atto di legge delle stato. Con il primo si faceva uso abbondante del ricorso al TAR(tribunale amministrativo regionale e molti la sfangavano.E' qui che contano i soldi, cari colleghi),con il secondo non  sarebbe possibile, anche se in Italia, (Ahi serva Italia). Qulcuno saprebbe spiegarmi perché si fa ricorso al TAR contro una legge di stato? Se in corso del test ci sono irregolarità ,secondo me, si dovrebbe rifare la prova erga omnes. Poi non mi si venga a dire con il solito piagnisteo per gli allocchi di turno, che si spendono soldi per i corsi e che sono i soliti avvoltoi sfruttatori dei proletari, che ci guadagnano. Bastere solo studiare e farsi il mazzo. Ecco giusto il concetto delle selezione e di mandare avanti chi si  fa il mazzo. Perché allora si criticano i test? Fatevi il mazzo e vedrete come si superano. Mio figlio non ha frequentato alcun corso, ha seguito i vecchi test su internet e con quelli si è esercitato, migliorandosi di giorno in giorno, oltre ad una preparazione adeguata, su 160 fu tra i primi. Non ha speso una lira, salvo pochi spiccioli per avere i test on-line.  Io ho fatto il mio tempo come medico, ma penso di non essere secondo a nessuno. Questo è un sito pubblico e se qualche collega che mi ha conosciuto mi legge, può testimoniare che io nella mia carriera ospedaliera, poche volte ho fallito, falli che si contano sulle dita di una mano sola, per 40 anni di attività. Ho fatto diagnosi impensabili, ripeto, impensabili. E DI CIO' RINGRAZIO I MIEI GRANDI MAESTRI DI UNA VOLTA CHE DETTAVANO LEGGE NEL CAMPO DELLA MEDICINA, QUANDO MOLTI STUDENTI AMERICANI VENIVANO IN ITALIA A STUDIARE MEDICINA. ORA E' TUTTA UNA FRITTATA, LA GENTE VUOLE TUTTO PERCHE' E' UN LORO DIRITTO, MA BISOGNA PENSARE ANCHE AL DIRITTO DEGLI ALTRI CUI IL MEDICO DEVE ACCUDIRE, IL DIRITTO ALLA SALUTE. I FATTI DEL GIORNO PERO' LO SMENTISCONO. SALVO RARE ECCELLENZE CHE CONFERMANO LA REGOLA.  

Sergio Santilli
#20 Inviato : mercoledì 13 marzo 2019 10.26.59(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 619

Caro Migliaccio, che lei sia un medico lo abbiamo capito. Io invece non ho capito se lei è:

Giovanni Migliaccio 19/8/ 48  ordine di Milano.

Giovanni Migliaccio 29/10/59  ordine Napoli.

Giovanni Migliaccio  26/6/ 54  ordine Napoli 

Da come ragiona penso sia quello del 1959

Quello del mondo che cambia e dei diritti tout court.

Saluti,pace e bene. Ancora un po' di strada da fare. 

MI TOLGA IL DUBBIO. CHE MIGLIACCIO E'?

2 Pages12>
Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.