Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Logo Medikey
icona
Per accedere è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali





6 Pages123>»
Referendum fecondazione, cosa ne pensi?
Francesco Maria Avitto
#1 Inviato : mercoledì 8 giugno 2005 20.54.00(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 3
Domenica e lunedì si vota sul tanto discusso referendum sulla fecondazione. Quale è la tua opinione sul tema?
Rodolfo Vincenti
#2 Inviato : mercoledì 8 giugno 2005 21.10.42(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2
tema complesso. legge inadeguata. va cambiata assolutamente. il non voto è vissuto nei piccoli centri come un territoriale controllo sociale (istituzioni, politici, parroci) ed è un mezzo per costringere i timorosi ad non esprimere un parere che può essere anche 4 NO. stando così le cose , per il mio concetto di libertà andrò a votare . cosa? lo so solo io, ma non fuggirò dal voto
Giulia De Stefanis
#3 Inviato : mercoledì 8 giugno 2005 22.49.44(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
Concordo, è un tema complesso. Non credo sia stato giusto ridurre tutto ad un si o un no; inoltre la gente non è preparata in proposito. Al tempo dei referendum sul divorzio e sull ' aborto, le scelte erano più nette. Francamente sono convinta che ci vogliano delle regole; è un campo troppo complesso ed eticamente importante per lasciarlo all' etica professionale.La legge è sicuramente da correggere, ma almeno è un inizio. Spero che per una volta chi ci governa pensi al futuro delle prossime generazioni. Giulia De Stefanis, Roma, pediatra di famiglia
Berndt Wolfram Fischbach
#4 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 7.51.38(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
l'astensione è il trucco del 'no' per minare un'eventuale maggioranza del 'sì'. pertanto mettiamo tre possibilità 'no' (astensione, voto 'no' e scheda bianca) contro una 'sì'. vi sembra equilibrata questa intrinseca tendenziosità? andate a votare, si, no o scheda bianca, siate responsabili del vs. voto e non di quello di altri! berndt w. fischbach, oroseittp
Dante Benci
#5 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 8.20.41(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
Il tema è molto complesso. Qualcosa nella legge è forse da rivedere (ricerca sulle staminali embrionali,ad esempio: ma sono argomenti per cui ancora non ci sono dati scientifici certissimi);comunque la legge ha regolamentato una materia in cui prima non c'era nessuna regola; inoltre avere figli non è un diritto a tutti i costi. Credo che si possa lasciare le cose così come stanno e,di conseguenza,mi asterrò. Dante Benci,medico di medicina generale,Montevarchi(AR)cri
Danilo Spaziani
#6 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 8.48.23(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
una legge era necassaria,ma questa è troppo restrittiva e risente di una visione religiosa.LO STATO è LAICO, non siamo in una teocrazia, o no? non si può, inoltre imporre le proprie scelte ad altri. si deve votare SI a tutti e 4 i feferendum
Giampiero Pontrandolfi
#7 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 9.03.39(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
Bisogna votare si a tutti i quesiti referendari. Fermare la branca di ricerca sulle cellule staminali ed in particolare escludere quelle linee dotatedi completa totipotenza come le cellule embrionali vuol dire ritardare le possibilità di malati (in particolare i neurolesi!) la cui restitutio-ad-integrum dipende dallo sviluppo della neurobiologia in questo campo: amare il prossimo vuol dire anche risanare gli infermi!! La fecondazione eterologa non differisce sotto il profilo morale da una adozione e la'amore che una coppia in trepida attesa di unfiglio può dare ad un figlio ottenuto con i miracoli della scienza può essere addirittura più profondo di quello ch tante altre coppie rivolgono ad un figlio inatteso. cript<
Sergio Rossi
#8 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 9.07.19(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2
Rimango sempre molto perplesso di fronte alla confusione: si parla di "trucchi", si parla di voler imporre le nostre scelte agli altri. Certo i trucchi esistono: il primo è quello ben noto di farti vedere una cosa per un'altra. Si chiede un referendum abrogativo di una legge ancora troppo giovane per poter essere giudicata serenamente e lo si chiede ai cittadini senza aver dato loro nessun strumento di giudizio: solo slogan e tanta confusione, nonchè l'illusione che sopprimendo un embrione oggi domani guariremo molte malattie. Quanto ad imporre le nostre scelte agli altri, ricordo, che esistono tutte le scelte legittime (si tratta dell'istituto del referendum, ove il legislatore ha previsto anche la soglia del quorum come criterio di validità, quindi prevedendo il diritto di astensione come scelta precisa di un rifiuto del votante di essere interpellato rispetto alla materia referendaria) che vanno dal voto all'astensione. Il valore della vita umana, come dimostrato in questi giorni, non è un bene difeso solo dalla Chiesa: è un valore che ogni uomo, al di là delle facili demagogie e dei veleni della politica, dovrebbe considerare intangibile. Questa è civiltà. Sergio Rossi, medico del lavoro
Valentino Adinolfi
#9 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 9.13.39(UTC)
Rank: Member
Messaggi: 12
Vi sono due aspetti del problema di cui tenere conto: il primo è che una legge proibizionista( come la 40) non consente a ciascuno di decidere secondo le proprie convinzioni morali.Come succede per la 194 e per la legge sul divorzio, ciascuno poi potrà decidere come comportarsi, "crescendo" in senso morale, con una scelta informata e consapevole.Il secondo è l'intollerabile ingerenza della Chiesa Cattolica su questioni morali che sono individuali. Ogni volta la religione diventa un partito politico a sè, cosa che mi pare assai lontana dal suo stesso significato. Valentino Adinolfi- Udine//www.ba
Marco Scianca
#10 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 9.29.46(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 78
L'astensione è una scelta costituzionalmente prevista per i referendum e non un trucco ipocrita: ricordo che qualunque referendum non è nient'altro che una richiesta di parere promosso da un ristretto gruppo di cittadini privati a cui chiunque può liberamente scegliere di non rispondere. Siamo in una Repubblica fondata sulla democrazia parlamentare, non assemblearistica o referendaria...s
Noemi Bruna Eisera
#11 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 9.33.02(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
1)votare è un dovere. Basare il risultato sul non raggiungimento di un cuorum fittizio (se lo vogliamo reale poniamolo al 50% dei votanti delle ultime politiche, perchè ce chi non vota per tutt'altre ragioni)non è degno. 2)proibiamo al 100% la procreazione assistita: se la Natura non ti concede un figlio forse ha dei motivi...ma se la consentiamo ogni distinguo deve cadere. Ma perchè posso donare il cuore..il fegato e forse prima o poi il Cervello o sue parti e NON un gamete? Percgè un embrione deve avere più diritti di un feto? 3)ma che limiti porre alla ricerca sulle staminali?..se ce ne devono essere. Produrre "pezzi di ricambio", come scrivono alcuni, è davvero giocare di più con la vita che imbottire Persone di farmaci più o meno attivi, sperimentali, tossici? Se ciò è lecito con l'obbiettivo della cura, perch' non può esserlo l'altro?//www.ban
Giovanni Forza
#12 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 9.37.02(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
1. I laici si dimostrano superiori ai fideisti: ai referendum su divorzio e 194 si è andati a votare no, e non ci si è furbescamente astenuti (e, per inciso, hanno vinto lealmente i no) 2. questa legge sta già determinando, come è ovvio se ci si riflette scientificamente e si legge la letteratura al riguardo, un numero minore di nascite: da un tasso di riuscita del 30% si passa a poco più del 20%: stima di 1600 nati in meno in un anno; quindi: difendo tanto i diritti degli embrioni da non farli giungere alla vita, bel risultato! 3. dato che ne abbiamo bisogno in un'Italia così avanti nel campo della ricerca, tagliamo le gambe anche a questo settore in cui avevamo qualcosa da dire: avanti con nuove ricerca sulla terapia Di Bella, sulle fusione fredda e sulla brillantina Linetti: poi abbiamo paura dei cinesi... 4. abbiamo già conosciuto gli effetti della regolamentazione fatta da politici sui medici con gli ostacoli posti alle terapia per le tossicodipendenze, e siamo arrivati al metadone con una decina di anni di ritardo rispetto agli altri paesi occidentali; andiamo avanti così, e mi raccomando poi lamentiamoci di come i burocrati condizionano il nostro lavoro! Spero si capisca che andrò a votare e voterò 4 SI'.tt
Marco Scianca
#13 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 9.44.21(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 78
Forse la collega Noemi ha le idee un pò confuse, sia sul concetto di quorum (ehm... non cuorum...!) che sull'obbligatorietà del voto: ribadisco che ai referendum il voto non è assolutamente un dovere nè civico nè morale... Abbiamo il parlamento che è delegato a legiferare, non la piazza...//www.banner
Giacomo Mangiaracina
#14 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 9.48.07(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
L'astensione e' costituzionalmente prevista ma la promozione dell'astensionismo e' un distillato di ipocrisia, la codardia di chi vuole avere due scarpe per piede. Voto 4 SI anche per onesta' intellettuale oltre la convinzione di dovere cancellare una legge ritenuta sbagliata. Anche da uomini di governo.
Chiara Bianco
#15 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 10.02.52(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
Si ha l'impressione di vivere in un regime di semilibertà sempre provvisoria, con leggi da medioevo che vogliono bloccare la ricerca scientifica e ignorano la sofferenza di tanta gente. Siamo un paese in declino socio- culturale oltre che economico e la maggior parte della "gente comune" non ha capito il senso di questo referendum o, meglio, non gli è stato spiegato.r
Cinzia Massafra
#16 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 10.24.34(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2
L'astensione è codardia, ognuno ha il diritto/dovere di esprimere la propria opinione quando gli viene chiesta (sempre meno). Ho la sensazione che vogliano toglierci anche questo strumento..tanto nessuno lo usa... io andrò a votare 3 si e 1 no.
Enrico Cristofori
#17 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 10.32.37(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2
Il non voto è un trucco sleale per sommare alla astensione "naturale" di ogni elezione coloro che vogliono boicottare il referendum: in questo modo il verdetto positivo sul referendum della maggioranza degli elettori sarà annullato da una "artificiosa" maggioranza dei non votanti. La legge contiene più divieti che prescrizioni e traspare un intento punitivo nei confronti delle donne, delle coppie non conformi al modello "tradizionale" e infine della ricerca scientifica (come se non bastasse che l'Italia sia già il fanalino di coda in questo campo!) Dunque: VOTIAMO e VOTIAMO SI A TUTTI I QUESITI!s
Enrico Cristofori
#18 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 10.33.09(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2
Il non voto è un trucco sleale per sommare alla astensione "naturale" di ogni elezione coloro che vogliono boicottare il referendum: in questo modo il verdetto positivo sul referendum della maggioranza degli elettori sarà annullato da una "artificiosa" maggioranza dei non votanti. La legge contiene più divieti che prescrizioni e traspare un intento punitivo nei confronti delle donne, delle coppie non conformi al modello "tradizionale" e infine della ricerca scientifica (come se non bastasse che l'Italia sia già il fanalino di coda in questo campo!) Dunque: VOTIAMO e VOTIAMO SI A TUTTI I QUESITI!s
Gemma Bevilacqua
#19 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 10.35.51(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
io sono per 4 si, ma è una mia personale opinione...sicuramente caldeggio fortemente di nn astenersi...per il resto è una questione di coscienza del singoloco
Marzio Casoli
#20 Inviato : giovedì 9 giugno 2005 10.40.21(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 66
Il Magistero della Chiesa Cattolica in tema di riproduzione (e sessualita'),ormai obsoleto,ha scarso seguito fra i fedeli e allora la Gerarchia Ecclesiastica,in grave crisi di credibilita',tenta di imporre la Sua volonta' ai Fedeli e ai Non Fedeli (e non e' la prima volta) influendo sulle Leggi dello Stato, non importa se a scapito della salute delle donne.Tutto cio' e' inaccettabile e noi Medici,dobbiamo andare a votare e votare 4 si'. Marzio Casoli
6 Pages123>»
Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.