Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Logo Medikey
icona
Per accedere è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali





2 Pages<12
Informatizzazione del medico, privacy e razionalizzazione della spesa farmaceutica
Gianfranco Rogozinski
#21 Inviato : giovedì 22 febbraio 2007 16.27.32(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 9
A mio avviso,l'informatizzazione del MMG in studio deve servire esclusivamente all'utente medico che gestisce la cartella clinica, per un suo esclusivo uso personale onde poter migliorare la propria attività di professionista,gestire pratiche burocratiche,fare statistiche,tenere archiviati i dati sensibili degli assistiti,poter dimostrare in contenziosi con l'amministrazione pubblica cio' che è stato prescritto,etc,etc. I dati raccolti dal medico, quindi, non possono servire alla Pubblica Amministrazione nè per eseguire controlli sul medico medesimo nè per eseguire in aperto studi o statistiche senza che tali dati siano stati recepiti in quanto trasmessi,se del caso, in maniera assolutamente anonima perchè l'identificazione del soggetto titolare dei dati non è lecita. Cordiali saluti Gianfranco Rogozinski MMG Salo'(BS) 22.2.07//www.bann
fabrizio vignali
#22 Inviato : domenica 4 marzo 2007 20.47.24(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 30
Spesa farmaceutica.Una domanda alla FIMMG.Cosiderato che lo stipendio dei MMG è pagato dallo Stato e perciò dai contribuenti.Considerato che lo sperpero di risorse pubbliche(denaro)è la causa principale della negazione di alcuni dei diritti fondamentali dei cittadini, mi piacerebbe conoscere il perchè, un sindacato medico, la FIMMG, rifiuti un segnale di responsabilità nel prescrivere farmaci generici al posto delle stesse molecole commercializzate più costose. Non mi sembra che nelle intenzioni del governo vi fossero altre motivazioni.E' incredibile e inaccettabile che il rappresentante dei MMG possa pensare che i suoi rappresentati facciano parte di un mercato del farmaco.Non trovo altra spiegazione ad una dichiarazione tanto netta quanto insensata come segnalata nelle news del sito. Dott Vignali Fabrizio.ript
Federico Torregiani
#23 Inviato : domenica 4 marzo 2007 22.21.02(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 37
La FIMMG è stato il primo sindacato italiano ad accettare con interesse la prescrizione del farmaco generico in Italia; il fatto è che in questo momento non è la prescrizione dei farmaci generici a venire contestata, bensì la loro scelta impositiva da parte di alcune Regioni. Il nostro Segretario Nazionale Giacomo Milillo, scrivendo a tutti gli Assessori Regionali alla Sanità, ha sentito il dovere di maniferstare loro il sentimento di profonda offesa determinato nella nostra categoria dai provvedimenti recentemente introdotti in alcune regioni italiane, orientati alla riduzione della spesa farmaceutica attraverso inaccettabili limitazioni della libertà prescrittiva del medico. In essi i medici intravedono un profondo disprezzo per il loro lavoro e per l'impegno da loro stessi quotidianamente profuso nell'interesse dei cittadini. Il farmaco generico, se correttamente usato, è un importante strumento per un uso appropriato delle risorse, ma non può venire imposto come prodotto di massa, scelto a priori dal legislatore regionale. E tale imposizione è solo mitigata dalla possibilità per il singolo professionista, attraverso l'attivazione di nuovi e frustranti percorsi burocratici, di prescrivere farmaci sulla base di motivazioni squisitamente cliniche, peraltro già previste dalla normativa AIFA vigente. Pertanto i medici di famiglia della FIMMG sono favorevoli ad incentivare l'uso massiccio dei generici per ridurre la spesa farmaceutica, ma sono assolutamente contrari a norme che, per salvare i bilanci, mettono in discussione la loro autonomia ed il rapporto medico-paziente, trasferendo tra l'altro sui farmacisti prerogative che possono competere solo alla classe medica. Federico Torregiani FIMMG - Alessandria ri
fabrizio vignali
#24 Inviato : martedì 6 marzo 2007 21.39.02(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 30
..nello interesse dei cittadini..Questa espressione ad effetto tanto antisonante quanto patetica, ricorre sistematicamente ed a sproposito tutte le volte che qualcuno cerca di scardinare lo status quo' della classe medica nella figura delle istituzioni che la rappresenterebbero : ordini,...al fine di migliorare le cose e responsabilizzare finalmente i diretti attori, questa volta sì, verso i cittadini. -....trasferendo sui farmaci prerogative che possono competere solo alla classe medica. Ma secondo Lei, chi crede abbia suggerito al governo di richiedere la prescrizione dei generici?: medici con le palle, che a differenza di altri,purtroppo, hanno responsabilmente capito di far parte di una società fatta di cittadini contribuenti anche malati(che pagano tiket a riempire i buchi) e che ciascuno non vive per conto suo come invece cercano di fare le aggregazioni dei professionisti autodefinitesi depositarie della "verità", la loro.C'è per fortuna un mondo medico di eccellenza, anche morale, ed è solo lui che ha titolo a dare suggerimenti "tecnici" alla politica, non certo le associazioni. Vignali F. com
Marco Santini
#25 Inviato : lunedì 7 maggio 2007 13.10.04(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 3
testr
2 Pages<12
Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.