Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Logo Medikey
icona
Per accedere è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali





Sindrome coronarica acuta, mortalità in diminuzione con angioplastica primaria
Administrator
#1 Inviato : domenica 21 ottobre 2018 9.18.38(UTC)
Rank: Administration
Messaggi: 5.655

SINDROME CORONARICA ACUTA, MORTALITÀ IN DIMINUZIONE CON ANGIOPLASTICA PRIMARIA


Mortalità per sindrome coronarica acuta in diminuzione grazie all'angioplastica primaria, una procedura che, anche grazie all'impegno della Società Italiana di Cardiologia Interventistica (SICI-GISE), è oggi accessibile a tutti i cittadini italiani. «Virtualmente non c'è nessuna zona d'Italia non cui non vi sia la possibilità di accedere all'angioplastica primaria, una procedura che ha letteralmente trasformato la storia naturale dell'infarto miocardico acuto» sottolinea...

Per leggere l'intero articolo cliccare qui

RENATO DE VECCHIS
#2 Inviato : domenica 21 ottobre 2018 9.18.40(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2
Il mitraclip non ha la capacità di migliorare la sopravvivenza,ma piuttosto migliora la qualità della vita( meno dispnea, maggior durata del 6 min walking test) nel paziente con scompenso cardiaco . Sarebbe utile considerare che anche un intervento che semplicemente migliora la qualità di vita del paziente è meritevole di essere eseguito anche se per quello intervento medesimo non ci sono ripercussioni certe per quanto riguarda il vantaggio di sopravvivenza. Le angioplastiche coronariche sono salvavita nello STEMI, mentre non apportano un vantaggio significativo di sopravvivenza rispetto alla terapia medica a dosi piene al di fuori dello infarto acuto con ST-elevation(STEMI).
RENATO DE VECCHIS
#3 Inviato : domenica 21 ottobre 2018 9.18.42(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 2
Il mitraclip non ha la capacità di migliorare la sopravvivenza,ma piuttosto migliora la qualità della vita( meno dispnea, maggior durata del 6 min walking test) nel paziente con scompenso cardiaco . Sarebbe utile considerare che anche un intervento che semplicemente migliora la qualità di vita del paziente è meritevole di essere eseguito anche se per quello intervento medesimo non ci sono ripercussioni certe per quanto riguarda il vantaggio di sopravvivenza. Le angioplastiche coronariche sono salvavita nello STEMI, mentre non apportano un vantaggio significativo di sopravvivenza rispetto alla terapia medica a dosi piene al di fuori dello infarto acuto con ST-elevation(STEMI).
gianfranco cucchi
#4 Inviato : lunedì 29 ottobre 2018 15.39.40(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 4

La Ptca primaria ha valore quando secondo linee guida viene praticata entro 3-6 ore dall'esordio dei sintomi , ma in alcuni territori a bassa densita ' di popolazione aspettare piu' di 90 minuti  per fare la ptca e non esguire la trombolisi puo' peggioarare gli outcome clinici.

Inoltre la ptca primaria deve essere condotta da personale altamrnte specializzato con importante casistsica perche' non e' giusto eseguire ptca primaria nelle prima 2 ore nello temi anteriore  con l'esito una FE del 35 % per incompleta riperfsione: in questii casi meglio trombolisi

Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.