Aspettativa di vita

ott52021

Covid-19, l'aspettativa di vita in Europa è scesa come in tempo di guerra. Il report

La pandemia di Covid-19 ha causato nell'Europa occidentale una diminuzione dell'attesa di vita come non si vedeva dai tempi della seconda guerra mondiale e superiore a quella osservata nel periodo della dissoluzione del blocco orientale nei paesi dell'Europa centrale e orientale. Questo è quanto riferisce uno studio pubblicato sull'International Journal of Epidemiology, condotto da ricercatori di Oxford, diretti da Ridhi Kashyap.

Gli esperti hanno raccolto dati in 29 paesi - tra cui Europa, Stati Uniti e Cile - scoprendo che in 27 di questi paesi l'aspettativa di vita nel 2020 si è ridotta decisamente, cancellando anni di progressi sulla mortalità. Gli esperti hanno visto che le donne (in 15 paesi) e gli uomini (in 10) hanno avuto nel 2020 un'aspettativa di vita inferiore rispetto al 2015, anno in cui questo dato era già stato ridimensionato da una stagione influenzale pesante. «Per i paesi dell'Europa occidentale come Spagna, Inghilterra e Galles, Italia, Belgio, e altri, l'ultima volta che sono stati osservati cali così grandi dell'aspettativa di vita alla nascita in un solo anno è stato durante la seconda guerra mondiale» spiegano gli autori. «I maschi in 11 paesi hanno subito perdite superiori a un anno. Per meglio comprendere il peso di questo dato, basti pensare che in tempi recenti l'aumento dell'aspettativa di vita procedeva in media al ritmo di un anno in più ogni 5 anni e mezzo circa: «Questi progressi sono stati letteralmente spazzati via nel corso del 2020 dal Covid-19» spiegano gli esperti. Nella maggior parte dei 29 paesi, i maschi hanno visto una maggiore diminuzione dell'aspettativa di vita rispetto alle femmine, e questo si è verificato in particolare negli Stati Uniti, dove gli uomini hanno visto una diminuzione di 2,2 anni rispetto ai livelli del 2019, e in Lituania, con una riduzione di 1,7 anni. «L'ampio calo dell'aspettativa di vita osservato negli Stati Uniti può essere in parte spiegato dal notevole aumento della mortalità in età lavorativa osservato nel 2020. Tuttavia, mentre negli Stati Uniti l'aumento della mortalità tra i minori di 60 anni ha contribuito in modo più significativo al calo dell'aspettativa di vita, in gran parte dell'Europa il ruolo principale nell'aumento della mortalità ha riguardato sicuramente la fascia d'età sopra i 60 anni» spiega Kashyap.

L'analisi dei dati ha anche rivelato che nella maggior parte dei casi la riduzione dell'aspettativa di vita è attribuibile direttamente al Covid-19. «Anche se sappiamo che ci sono diversi problemi legati al conteggio dei decessi per Covid-19, come test inadeguati o classificazione errata, il fatto che i nostri risultati evidenzino un impatto così grande direttamente attribuibile a Covid-19 mostra quale shock devastante questa malattia sia stata per molti paesi. Chiediamo urgentemente la pubblicazione e la disponibilità di dati più disaggregati da una gamma più ampia di paesi, compresi quelli a basso e medio reddito, per comprendere meglio gli impatti della pandemia a livello globale» concludono gli autori.

International Journal of Epidemiology Published: 26 September 2021
https://doi.org/10.1093/ije/dyab207  
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>