Fattori di rischio

Nessun rischio dall’uso cronico degli inibitori di pompa protonica, purché sia appropriato

gen122017

Nessun rischio dall’uso cronico degli inibitori di pompa protonica, purché sia appropriato

L'introduzione degli inibitori di pompa protonica (Ppi) nella pratica clinica, preceduta da quella degli antagonisti dei recettori H2 (H2Ra), ha definitivamente rivoluzionato la gestione delle malattie acido correlate. Fin dal loro esordio, però,...
transparent
Pioglitazone e cancro prostata: studio non associa rischio

dic222016

Pioglitazone e cancro prostata: studio non associa rischio

L'esposizione a pioglitazone non si associa a rischio di cancro alla prostata nei soggetti anziani con diabete di tipo 2. È quanto emerge da uno studio pubblicato sul British Medical Journal Open Diabetes Research & Care che ha analizzato i dati del...
transparent
Malattia di Alzheimer, trattamento con statine si associa a una riduzione del rischio

dic152016

Malattia di Alzheimer, trattamento con statine si associa a una riduzione del rischio

Secondo uno studio pubblicato su Jama Neurology che ha analizzato i dati Medicare, l'impiego di statine si associa a una riduzione del rischio di malattia di Alzheimer (AD) che varia in base al tipo di statina e all'etnia del paziente. «Risultati che...
transparent
Leucemia secondaria a chemio e radioterapia: un marcatore ne predice il rischio

dic132016

Leucemia secondaria a chemio e radioterapia: un marcatore ne predice il rischio

I pazienti trattati con successo per un cancro al seno, un tumore del colon oppure altre neoplasie maligne possono sviluppare, anche molti anni dopo la fine della cura, una forma di leucemia spesso fatale. La causa è una mutazione genetica che...
transparent
Prescrizione di testosterone si associa a un eccesso di rischio di tromboembolismo venoso

dic62016

Prescrizione di testosterone si associa a un eccesso di rischio di tromboembolismo venoso

Secondo quando conclude un articolo sul British Medical Journal il trattamento con testosterone si associa a un aumentato rischio di tromboembolismo venoso, che raggiunge il picco entro sei mesi dall'inizio della cura per poi scendere progressivamente....
transparent

dic42016

Disturbi del sonno in menopausa: ecco i fattori predittivi del rischio

Diversi fattori in pre-menopausa predicono l'aumento del rischio post-menopausale di disturbi del sonno, secondo uno studio pubblicato sulla rivista Maturitas e coordinato da Laura Lampio dell'Università di Turku in Finlandia. I ricercatori nordeuropei...
transparent

nov222016

Statine, effetto diabetogeno modesto ma maggiore nei soggetti ad alto rischio

Secondo uno studio pubblicato su The American Journal of Cardiology, l'incidenza di diabete mellito di tipo 2 associato al trattamento ipolipemizzante con statine è relativamente bassa nei pazienti non diabetici. «L'obiettivo della nostra analisi...
transparent

nov212016

Melanoma cutaneo, fattori di rischio individuali per predire il rischio

L'analisi di alcuni fattori di rischio individuali potrebbe permettere di individuare i pazienti con rischio di melanoma elevato, da inserire in programmi personalizzati di prevenzione e diagnosi precoce. «L'incidenza del melanoma cutaneo è in...
transparent

nov182016

Malattie internistiche, Betrixaban riduce l’incidenza di ictus nei pazienti ricoverati

Tra i pazienti ospedalizzati per malattie internistiche, la somministrazione di betrixaban riduce in modo significativo l'incidenza di ictus, ischemico e da tutte le cause dopo 77 giorni di follow-up. Ecco, in sintesi, i risultati di uno studio appena...
transparent

nov182016

Malattia coronarica, calcio coronarico nelle donne a basso rischio è un indicatore del rischio

Tra le donne a basso rischio di malattia aterosclerotica cardiovascolare (ASCVD), le calcificazioni dell'arteria coronarica, presenti in circa un terzo dei casi, si associano sia a un aumento delle probabilità di ASCVD sia a un modesto miglioramento...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community