Fattori di coagulazione del sangue

nov102008

Calcio e vitamina D non alterano la pressione

Cardiologia-ipertensione L’integrazione giornaliera di calcio e vitamina D con la dieta per sette anni non riduce la pressione ne’ altera il rischio di sviluppare ipertensione nelle donne in età postmenopausale. In precedenza dati epidemiologici...
transparent

set292008

Ictus ischemico acuto: utile trombolisi ritardata

Neurologia-vasculopatie cerebrali Il trattamento con tPA somministrato da tre a quattro ore e mezza dopo la comparsa dei sintomi può ancora garantire modesti ma significativi benefici per quanto riguarda gli esiti clinici di un ictus ischemico acuto....
transparent

set72008

Tumori prostatici: rischiosa l’ipercalcemia

Oncologia-prostata Elevati livelli sierici di calcio potrebbero aumentare il rischio di tumori prostatici fatali: se ciò venisse confermato, potrebbe essere possibile ridurre tale rischio tramite farmaci ipocalcemizzante o PTH. Gli altri fattori...
transparent

giu172008

Integrazione calcio riduce rischio fratture

Endocrinologia-paratiroidi e metabolismo del calcio L’integrazione del calcio riduce il rischio di ogni tipo di frattura e delle fratture per traumi minimi negli adulti sani sotto gli 80 anni. L’effetto della sola integrazione del calcio sul...
transparent

giu92008

vWF non connesso a rischio diabete nell’anziano

Endocrinologia-diabete Sia il fattore di von Willembrand (vWF) che l’attivatore tissutale del plasminogeno (t-PA) sono considerati marcatori di disfunzione endoteliale, e potrebbero essere parte del terreno comune di coronaropatie e diabete tipo...
transparent

mag52008

Diabete: calcio e vitamina D non riducono il rischio

Endocrinologia-diabete L’integrazione di calcio e vitamina D3 non riduce il rischio di diabete. Studi sperimentali ed epidemiologici avevano suggerito che calcio e vitamina D potessero ridurre questo rischio, ma è stato recentemente rilevato...
transparent

gen312008

Emofilia, microRNA aiuta correzione?

Ematologia-coagulopatie Un vettore lentivirale regolato tramite microRNA media la correzione stabile dell’emofilia B nei ratti, ed evita le risposte immuni che hanno frustrato i tentativi precedenti di ottenere una soluzione terapeutica. Bench� questi...
transparent

gen302008

Calcio e vitamina D utili anche nei paesi soleggiati

Endocrinologia-metabolismo osseo Anche nei climi soleggiati,  l’aggiunta di vitamina D al calcio comporta benefici a lungo termine sulla BMD dell’anca e sul turnover osseo nelle donne anziane residenti in comunità. L’aggiunta...
transparent

ott292007

PTH aumenta escrezione urinaria calcio

Endocrinologia-paratiroidi e metabolismo del calcio Il trattamento con PTH ricombinante è associato ad un aumento dell’escrezione urinaria del calcio, anche se tale cambiamento probabilmente non è significativo. I livelli di calcio nel...
transparent

set272007

Ictus, con più calcio danno minore

Neurologia-vasculopatie cerebrali Elevati livelli sierici di calcio nei pazienti con ictus ischemico acuto sono correlati ad un minor volume dell’area infartuata. Il presente studio è di tipo osservazionale, e quindi non è possibile trarre...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi