Farmaci antinfiammatori

giu32008

Alzheimer: tutti i FANS danno stessa protezione

Neurologia-demenze Contrariamente a quanto riportato di recente, i SALA, un sottogruppo di FANS, non offrono una migliore protezione dal morbo di Alzheimer rispetto agli altri farmaci di questa categoria. L’uso di FANS porta ad una riduzione del...
transparent

gen292008

Dolore lombare: FANS scelta migliore?

Anestesiologia e rianimazione-terapia antalgica Una revisione della letteratura sul sollievo farmacologico dal dolore lombare suggerisce che i popolari FANS non siano superiori ad altri farmaci quali ad esempio gli analgesici narcotici ed i miorilassanti...
transparent

gen282008

Tonsillectomia: FANS sicuri in pediatria

Otorinolariongoiatria-faringe L’uso perioperatorio di FANS non aumenta il rischio di emorragie postoperatorie a seguito di tonsillectomia o adenoidectomia in pazienti pediatrici. A seguito di questi interventi, quasi tutti i bambini riportano un...
transparent

nov82007

Morbo di Parkinson: FANS riducono il rischio

Neurologia-morbo di Parkinson I risultati di un recente studio suggeriscono un possibile effetto protettivo dei FANS contro lo sviluppo del morbo di Parkinson: l’uso regolare di questi farmaci, aspirina a parte, riduce infatti il rischio di morbo...
transparent

nov52007

FANS e SSRI, associazione pericolosa

Gastroenterologia-stomaco SSRI e FANS possono interagire nell’aumentare il rischio di emorragie a carico del tratto gastrointestinale superiore. In precedenza, la combinazione di questi farmaci non era motivo di preoccupazione, ma ora è opportuno...
transparent

mag32007

Tumori polmonari: FANS riducono il rischio

Oncologia L’uso a lungo termine di FANS (non aspirina) riduce leggermente il rischio di tumore polmonare. L’uso regolare di aspirina o altri FANS riduce il rischio di tumore colorettale e potrebbe ridurre anche quello di altri tumori, ma l’effetto...
transparent

mar132007

Esofago di Barrett: FANS riducono rischio tumore esofageo

Gastroenterologia I FANS riducono il rischio di progressione verso l’adenocarcinoma esofageo nei pazienti con esofago di Barrett ed anomalie molecolari ad alto rischio multiple. Tramite i marcatori identificati nel presente studio, è possibile...
transparent

feb42007

Artrite reumatoide: glucocorticoidi a basse dosi rallentano la progressione

L’aggiunta di glucocorticoidi a basse dosi alla terapia standard riduce il tasso di progressione dell’erosione nell’artrite reumatoide, ma non sono ancora stati accertati gli effetti collaterali a lungo termine di questa strategia. L’uso...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>