Eventi cardiovascolari

dic172020

Il rumore degli aerei durante la notte può far aumentare la mortalità cardiovascolare

Secondo uno studio pubblicato sull'European Heart Journal, il rumore notturno degli aerei può essere alla base di un rischio maggiore di morte cardiovascolare acuta. «Non era chiaro se gli eventi di rumore notturno, tra cui il rumore degli...
transparent
Covid-19, allarme Foce: malati di cuore a rischio. No alla conversione delle terapie intensive cardiologiche

nov242020

Covid-19, allarme Foce: malati di cuore a rischio. No alla conversione delle terapie intensive cardiologiche

Dalla Lombardia alla Sicilia vengono ridotti i posti letto cardiologici per fare posto ai pazienti Covid, vengono chiuse intere unità di terapia intensiva cardiologica (Utic) e convertite in terapie intensive per pazienti Covid, "una situazione...
transparent

nov172020

Prevalenza più alta di fibrillazione atriale in pazienti con incidentaloma surrenalico cortisolo-secernente

Le masse surrenaliche di riscontro incidentale (incidentalomi) sono una realtà piuttosto frequente nella pratica clinica (4-5% dei pazienti sottoposti a indagini radiologiche dell'addome per motivi non correlati). «Sebbene la maggior parte dei...
transparent
Eventi cardiovascolari, tra i coniugi dei pazienti ricoverati in terapia intensiva aumenta il rischio

ott222020

Eventi cardiovascolari, tra i coniugi dei pazienti ricoverati in terapia intensiva aumenta il rischio

Avere un coniuge in terapia intensiva (Icu) aumenta le probabilità che il partner non ricoverato abbia un attacco di cuore o venga ricoverato in ospedale per motivi cardiaci entro poche settimane dal ricovero dell'altro, secondo quanto conclude...
transparent
La prima causa di morte per malattie cardiache è una dieta non sana. Lo studio

ott212020

La prima causa di morte per malattie cardiache è una dieta non sana. Lo studio

Secondo uno studio pubblicato su European Heart Journal - Quality of Care and Clinical Outcomes, più di due terzi dei decessi mondiali dovuti a malattie cardiache potrebbero essere prevenuti con diete più sane. «La nostra analisi mostra...
transparent

ott12020

Aspirina a basse dosi, si valuta l’efficacia in prevenzione primaria cardiovascolare

L' aspirina a basse dosi può essere un'opzione per la prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari (Cvd) nei pazienti con malattie reumatiche sistemiche autoimmuni. Ecco le conclusioni di un articolo di revisione pubblicato sulla rivista...
transparent
Chirurgia metabolica, efficace per ridurre il rischio di eventi cardiovascolari maggiori negli obesi

set172020

Chirurgia metabolica, efficace per ridurre il rischio di eventi cardiovascolari maggiori negli obesi

Gli interventi di chirurgia metabolica , come il bypass gastrico e la gastrectomia a manica, sono efficaci non solo per il trattamento del diabete di tipo 2 e dell' obesità , ma anche per gestire l'ipertensione e ridurre di conseguenza il rischio...
transparent
Cadute negli anziani, colpa del cuore in metà dei casi

feb212020

Cadute negli anziani, colpa del cuore in metà dei casi

Circa 100 mila anziani ogni anno sono vittime di cadute per cause riconducibili a problemi cardiovascolari , e questa cifra rappresenta ben la metà delle persone con più di 65 anni che si rivolgono al pronto soccorso per una caduta...
transparent
Il rischio di malattia cardiovascolare aumenta se la pressione varia nel tempo

gen232020

Il rischio di malattia cardiovascolare aumenta se la pressione varia nel tempo

La valutazione della variabilità della pressione arteriosa sistolica da una visita all'altra può aiutare a identificare i giovani adulti che si troveranno ad affrontare un aumentato rischio di malattia cardiovascolare e una maggiore...
transparent
Alirocumab migliora la prognosi cardiovascolare dopo un evento coronarico acuto

nov142018

Alirocumab migliora la prognosi cardiovascolare dopo un evento coronarico acuto

Secondo uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine, l'aggiunta di alirocumab al trattamento con statine ad alta intensità si associa a un ridotto rischio di eventi cardiovascolari ischemici ripetuti. «Dato che i pazienti vittime...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>