Epatite C

mar22010

Hcv, peginterferone migliora risposta virologica

Malattie infettive Due studi italiani, pubblicati su Gastroenterology, confermano l’efficacia della terapia di riferimento per i pazienti affetti da epatite C, l’associazione di peginterferone alfa-2a con ribavirina. Il primo dei due studi,...
transparent

giu152009

Epatite C: CIFN utile in caso di fallimento terapia

Malattie infettive-fegato e vie biliari L’interferone CIFN combinato alla terapia antivirale risulta sicuro ed efficace nel trattamento di alcuni pazienti con epatite C cronica che non rispondono alla terapia iniziale con interferone PIFN ed antivirali....
transparent

gen202009

Colangiocarcinoma: epatite C aumenta il rischio

Gastroenterologia-neoplasie gastrointestinali Il rischio di colangiocarcinoma intraepatico risulta significativamente aumentato nei pazienti con infezione da Hcv. Questo è anche il caso di tumori del pancreas, bench� il rischio risulti attenuato...
transparent

ott122008

Coinfezione Hcv-Hiv: ribavirina impatta esiti

Malattie infettive-infezioni sistemiche La concentrazione sierica di ribavirina influenza gli esiti del trattamento dell’infezione da Hcv di genotipo 1 o 4 nei pazienti Hiv-positivi. Una concentrazione di ribavirina pari a 2.300 ng/ml o meno rappresenta...
transparent

set202008

Radici genetiche per l’epatite C?

Gastroenterologia-fegato e vie biliari La trasmissione intrafamiliare dell’Hcv e la predisposizione genetica all’infezione potrebbero spiegare la componente familiare dell’epatite C nelle zone di endemia. La sieropositività per l’Hcv ...
transparent

lug12008

Hcv: vaccino peptidico per i casi refrattari

Malattie infettive-apparato digerente Un nuovo vaccino peptidico sintetico induce una risposta T-cellulare specifica all’Hcv nei pazienti che ne sono infetti e risultano refrattari alla terapia standard. E’ stato dunque dimostrato che è...
transparent

giu292008

Hcv genotipo 1: fattori di rischio per la fibrosi

Gastroenterologia-fegato e vie biliari L’insulinoresistenza è uno dei principali fattori determinanti della fibrosi epatica avanzata nei pazienti con epatite C cronica derivante da Hcv di genotipo 1 (Hcv-G1), soprattutto in presenza di necroinfiammazione...
transparent

giu232008

Hcv: trattamento prolungato con genotipo 6

Gastroenterologia-fegato e vie biliari Nei pazienti con infezione da Hcv di genotipo 6, il trattamento antivirale della durata di 48 settimane consente di ottenere un maggior tasso di risposta virologica prolungata rispetto a quello di 24 settimane. Questo...
transparent

mag12008

Anticorpi anti-Hbc isolati? Infezione occulta

Gastroenterologia-fegato e vie biliari Il riscontro di anticorpi anti-HBc nel siero potrebbe servire da marcatore di infezione occulta da Hbv. Quest’ultima si definisce come la presenza di Hbv DNA nel sangue o nel fegato in assenza di quantità...
transparent

apr142008

HCV: mortalità più alta senza co-morbidità

Malattie infettive-fegato e vie biliari La mortalità complessiva, per cause epatiche o cardiache è più elevata nei pazienti sieropositivi all’Hcv, senza altre comorbidità significative, rispetto ai soggetti Hcv-, ma la maggior...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi