Disturbi mentali

set62010

Diabete di tipo 2 e mezza età accelerano il declino cognitivo Geriatria

I pazienti di mezza età affetti da diabete di tipo 2 mostrano un maggiore declino delle funzioni cognitive rispetto ai soggetti coetanei non diabetici. è quanto risulta da uno studio di coorte olandese, coordinato da Astrid C.J. Nooyens ...
transparent

apr122010

I disturbi del sonno hanno impatto sociale

è stato dimostrato che la deprivazione sperimentale di sonno nella fascia d’età 9-16 anni influenza la memoria, il tempo di reazione e le funzioni cognitive superiori, quali la creatività verbale, il pensiero astratto e la capacità...
transparent

mar12010

Attività fisica per combattere l’ansia

Psichiatria Praticare costantemente esercizi fisici aiuterebbe a risolvere i disturbi d’ansia in individui sedentari affetti da malattie croniche. Queste le conclusioni di un’ampia raccolta di studi realizzata da alcuni ricercatori di Atene....
transparent

lug152009

Respirazione nel sonno, asma e problemi comportamentali

Pneumologia-asma bronchiale I disordini della respirazione nel sonno sono associati a problemi comportamentali nei bambini asmatici. Sono stati effettuati studi che hanno posto in correlazione i sintomi asmatici sia con i problemi comportamentali infantili...
transparent

lug92009

Cattivo sonno e depressione post-parto

Ginecologia ed ostetricia-patologia del puerpuerio Il cattivo sonno è connesso alla depressione post-parto indipendentemente da altri fattori di rischio. E’ dunque importante chiedere alle neo-madri che lamentano astenia che influenza abbia...
transparent

mag72009

Da madri depresse bambini con sonno disturbato

Ginecologia ed ostetricia-patologia del puerpuerio I neonati di madri depresse presentano un aumento del rischio di disturbi del sonno dai due mesi ai due anni di età, ma rimane da determinarsi se ciò esponga questi neonati al rischio di depressione...
transparent

apr162009

Difetti cognitivi non sempre sfociano in demenza

Neurologia-demenze Il numero dei pazienti con lievi difetti cognitivi che progrediscono verso la demenza è al massimo la metà di quanto finora era stato previsto: un’ampia meta-analisi ha infatti dimostrato che il rischio cumulativo di...
transparent

feb242009

Demenza: fumo passivo aumenta rischio

Neurologia-demenza Il fumo è un fattore di rischio conclamato di danno cognitivo e demenza, ma è stato dimostrato che anche il fumo passivo è dannoso in questo senso: il rischio di danno cognitivo nei soggetti esposti ai massimi livelli...
transparent

feb172009

Ovaio policistico pesa sull’umore

La prevalenza di depressione e ansia è elevata nelle pazienti con sindrome dell’ovaio policistico, e richiede lo screening di routine e un trattamento mirato per risolverli. Uno studio precedente aveva già identificato un significativo...
transparent

feb132009

Declino cognitivo cambia con il tipo di demenza

Neurologia-demenze Le caratteristiche demografiche differiscono significativamente fra i pazienti con demenza vascolare, quelli con morbo di Alzheimer e malattie cerebrovascolari e quelli con solo morbo di Alzheimer; anche il tasso di declino cognitivo...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi