Disturbi mentali

apr242008

Poco sonno non giova

Dormire meno degli altri durante l’infanzia rappresenta il principale fattore predittivo di successivi disturbi emotivi e comportamentali da adulti, secondo i risultati di uno studio longitudinale condotto nella popolazione olandese. Sono tre le...
transparent

apr92008

Insonnia coesiste con depressione nei giovani

Psichiatria-sindromi affettiv L’insonnia tende a coesistere con la depressione nei giovani adulti, piuttosto che conseguire ad essa. Depressione e sintomi depressivi sono i più grandi e costanti fattori di rischio di insonnia, ma di contro...
transparent

apr92008

Durata del sonno connessa ad aumento di peso

Endocrinologia-obesità I pazienti che tendono a dormire particolarmente poco o a lungo vanno incontro ad un aumento di peso rispetto a coloro che dormono in media sette-nove ore. I fattori individuali ed ambientali che influenzano il bilancio energetico...
transparent

feb102008

Fumo di sigaretta causa disturbi del sonno

Igiene e medicina preventiva-stili di vita e fattori di rischio Fumare sigarette danneggia la qualità del sonno, probabilmente a causa dell’astinenza da nicotina. Il presente studio è fra i primi ad isolare gli effetti del fumo sul sonno:...
transparent

gen292008

Sclerosi multipla: APOE E4 connessa a deficit cognitivi

Neurologia-malattie degenerative Vi è una significativa associazione fra l’allele APOE e-4 e la presenza di deficit cognitivi in campo di memoria ed apprendimento nei pazienti con sclerosi multipla. La presenza di questo allele in molti dei...
transparent

nov192007

Statine e cognizione: legame più complesso?

Neurologia-demenze Recenti studi hanno connesso l’uso di statine ad una riduzione del declino cognitivo, ma hanno anche rilevato uno strano fenomeno: i soggetti afroamericani che sospendono le statine ottengono un beneficio cognitivo ancora maggiore....
transparent

nov112007

Alzheimer: danni corticali identificano forme precoci

Neurologia-demenze Tramite la ricerca di una mancata deattivazione della corteccia posteromediale durante le funzioni mnemoniche, la RM funzionale potrebbe essere utile per l’identificazione dei pazienti con morbo di Alzheimer. Si tratta del primo...
transparent

nov72007

Demenza: illuminazione diurna migliora il sonno

Neurologia-demenze La creazione di condizioni di luce forte durante il giorno ha un effetto, pur modesto, sul sonno dei soggetti affetti da demenza. I problemi del sonno sono particolarmente prevalenti nei soggetti con morbo di Alzheimer e demenze correlate,...
transparent

ott302007

Deprivazione del sonno e instabilità emotiva

Psichiatria-sindromi psicorganiche Un nuovo studio ha gettato una luce importante sul legame fra deprivazione del sonno e malattie psichiatriche: alcune parti del cervello che governano le risposte emotive risultano molto più attive nei soggetti...
transparent

set102007

L’ansia influenza le terapie oncologiche

Oncologia-altre neoplasie In base ad un nuovo studio su uomini con tumori prostatici, lo stress può influenzare il trattamento e spingere i pazienti a richiedere terapie non necessarie, il che in ultima analisi influenza anche le decisioni terapeutiche...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi