Disturbi cerebrovascolari

nov282011

Recidiva ictale con livelli pressori nel range di normalità

I pazienti colpiti da un recente ictus ischemico non cardioembolico potrebbero non tollerare livelli pressori nei limiti molto bassi di normalità. Dallo studio Profess (Prevention regimen for effectively avoiding second strokes) - condotto da Bruce Ovbiagele...
transparent

giu302011

Pretrattamento con statine e trombolisi post-ictus

Il pretrattamento con statine può aumentare il rischio di emorragia intracranica sintomatica (Sich) nei pazienti sottoposti ad alteplase i.v. (t-PA) per ictus ischemico, anche se non influenza l'outcome a tre mesi. Sono però necessari studi prospettici...
transparent

giu132011

Prevenire le malformazioni prima del concepimento

Malattie congenite o malformazioni, come cardiopatie, sindrome di Down, spina bifida o reni e intestino malformati, si possono evitare se la prevenzione e i corretti stili di vita vengono adottati ancora prima del concepimento. Lo sostengono i pediatri,...
transparent

giu82011

I supplementi di calcio con o senza vitamina D sono privi di pericoli?

I supplementi di calcio non sono sempre salutari: una ri-analisi dei dati del WHI CaD Study, completata dalla metanalisi di altri studi similari, ha evidenziato come la supplementazione di  calcio sia correlata ad una maggior incidenza di eventi...
transparent

apr122011

Candesartan nell’ictus in fase acuta: lo studio SCAST

Nello studio SCAST - randomizzato in doppio cieco - 2.029 pazienti con stroke in fase acuta (ischemico 85%, emorragico 14%), con valori pressori medi di 171/90 mm Hg, sono stati assegnati nelle prime 30 ore dall’insorgenza dell’evento (in media 18 ore),...
transparent

mar282011

Predittori di decesso dopo dimissione per trauma

Fra i pazienti adulti ricoverati per trauma nello stato di Washington, la mortalità cumulativa a 3 anni non scende al di sotto del 16% nonostante il declino dei decessi in ospedale. Se la dimissione ospedaliera indirizza il paziente in una struttura con...
transparent

feb142011

Ictus durante o dopo by-pass: la tecnica è decisiva

Il rischio di ictus intra o postoperatorio nei soggetti sottoposti a by-pass aortocoronarico è diminuito negli ultimi 30 anni, nonostante il profilo di rischio dei candidati sia peggiorato. Ciò grazie al miglioramento della valutazione preoperatoria,...
transparent

feb92011

Ictus ischemico in età giovanile: come definire la prognosi

La prognosi a medio termine di coloro che hanno subito un ictus ischemico in età giovanile non è ben definita. Per valutare il verificarsi di altri eventi ischemici arteriosi in questo particolare setting di pazienti, un gruppo di Neurologi dell’Università...
transparent

feb72011

Ictus: per la neurotrombectomia servono altre prove

I dispositivi attualmente disponibili  per la neurotrombectomia offrono opzioni di trattamento interessanti per i pazienti colpiti da ictus ischemico acuto. In futuro, però, i trial dovrebbero utilizzare disegni randomizzati  e con un adeguato...
transparent

gen172011

Ipotermia inefficace nella gestione dei traumi cerebrali

Il ricorso all’ipotermia non è da considerare una strategia neuroprotettiva primaria nei pazienti con gravi lesioni traumatiche cerebrali. È quanto emerge dalle conclusioni del National acute brain injury study: hypothermia II (Nabis: H II), studio randomizzato...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi