Diritto Sanitario

gen112018

Sostituzioni di continuità assistenziale, illegittima reiterazione del contratto a tempo determinato

È infondata la domanda risarcitoria, sia riguardo alla illegittima reiterazione di contratti a tempo determinato (essendo non applicabile la disciplina della conversione neppure con riferimento alla normativa comunitaria, stante la natura non subordinata dell'incarico conferito in convenzione), sia riguardo alla illegittima apposizione del termine (essendo la temporaneità insita nella natura stessa degli incarichi provvisori conferiti ai medici in convenzione, destinati per coloro non hanno accesso alle graduatorie regionali per mancanza di titoli). (Avv. Ennio Grassini - www.dirittosanitario.net)
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community