Diritto Sanitario

nov272018

Continuità assistenziale, Obbligo Pa di pubblicare gli eventuali incarichi vacanti

Non può essere accolta l'argomentazione secondo la quale l'obbligo di provvedere, essendo previsto dalle disposizioni dell'A.C.N. del 2005, non deriverebbe da un'idonea fonte normativa e quindi l'adempimento non sarebbe coercibile mediante il ricorso avverso il silenzio di cui agli articoli 31 e 117 del codice del processo amministrativo. È giurisprudenza consolidata, infatti, quella secondo cui il dovere di provvedere può scaturire non solo da puntuali previsioni legislative o regolamentari ma anche dalla peculiarità della fattispecie, nella quale ragioni di giustizia o equità impongano l'adozione di provvedimenti o comunque lo svolgimento di un'attività amministrativa, alla stregua dei principi posti in via generale dall'art. 97 della Costituzione . Si tratta di condivisibili affermazioni di principio, delle quali rappresenta la consacrazione normativa l'attuale ampia formulazione degli artt. 2 e 3 della L. n. 241 del 1990. ( avv. ennio grassini - www.dirittosanitario.net  )
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community