Diritto Sanitario

apr132018

Congedo per maternità da conteggiare ai fini della progressione di carriera

Congedo per maternità da conteggiare ai fini della progressione di carriera
L'art. 22, comma 5, d.lgs. n. 151/2001 esplicita che i periodi di congedo maternità e parentale sono considerati, ai fini della progressione in carriera, come attività lavorativa, salvo che il CCNL applicabile non preveda particolari requisiti. Nel caso di specie, il CCNL applicabile non prevedeva ipotesi particolari per il raggiungimento del maggior inquadramento, ma si limitava ad individuare una cadenza temporale; anzi, all'art 23, rubricato "Tutela della maternità", si legge che l'assenza collegata a gravidanza, maternità e periodo di congedo parentale deve essere computata a tutti gli effetti ai fini dell'anzianità di servizio. (Avv. Ennio grassini - www.dirittosanitario.net)
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community