Difosfonati

lug282015

Bisfosfonati e inibitori dell’aromatasi attivi contro il ca mammario in postmenopausa

Secondo due studi su The Lancet, gli inibitori dell'aromatasi (Ai) e i bisfosfonati (Bf) sono entrambi in grado di migliorare la sopravvivenza delle donne in postmenopausa con carcinoma mammario in fase iniziale positivo agli estrogeni (ER+). Il primo,...
transparent

apr162015

Acido zoledronico in monodose: efficace per due anni nelle anziane con osteoporosi

Nell'osteoporosi, una singola dose endovena di acido zoledronico ha migliorato la densità minerale ossea in un gruppo di donne anziane fragili residenti in strutture di accoglienza a lungo termine, secondo un articolo pubblicato su Jama internal...
transparent
Aifa: raccomandazioni Ue su bifosfonati, codeina, ambroxolo e bromexina

mar162015

Aifa: raccomandazioni Ue su bifosfonati, codeina, ambroxolo e bromexina

L'Aifa recepisce le segnalazioni di farmacovigilanza appena diramate sul sito dell'Agenzia europea dei medicinali (Ema) su bifosfonati, codeina, ambroxolo e bromexina. Dal punto di vista della salute i rischi segnalati erano già noti, ora però...
transparent

mag152013

L’uso dei bisfosfonati in menopausa e il rischio di ca colo-rettale

Poiché gli amino-bisfosfonati hanno dimostrato possedere numerose proprietà antitumorali e la capacità di poter “ridurre” le metastasi ossee, molti studi sono stati improntati per verificarne la reale potenzialità anti-oncogene. Fra questi, nel Women...
transparent

feb82012

Livelli urinari di N-telopeptide ed efficacia di alendronato

Nelle donne con osteoporosi postmenopausale, il trattamento con alendronato, Aln (70 mg/settimana) determina la riduzione dell'escrezione urinaria di N-telopeptide (Ntx), biomarker di turnover osseo e di efficacia della terapia antiosteoporotica. La...
transparent

mag112011

Bifosfonati e Fibrillazione Atriale: non c’è conferma di aumentato rischio

Poichè vi sono state segnalazioni di un aumentato rischio di Fibrillazione Atriale (FA) nei pazienti in trattamento con bifosfonati, un gruppo di ricercatori del Department of Preventive Medicine di Seoul ha impostato una analisi retrospettiva di coorte...
transparent

mar222011

Attenzione all’utilizzo contemporaneo di PPI e bisfosfonati, specie negli anziani

Le conclusioni di uno studio collaborativo danese recentemente pubblicato online sugli Archives of Internal Medicine ‘ nei pazienti anziani il concomitante utilizzo di un PPI si associa ad una perdita dose-dipendente della protezione che l’alendronato...
transparent

mar22011

I Ppi riducono l'efficacia di alendronato negli anziani

Nei pazienti anziani l'impiego di inibitori della pompa protonica (Ppi) concomitante a quella di alendronato si associa a una perdita dose-dipendente della protezione esercitata dal bisfosfonato contro la frattura di femore. Pur trattandosi di uno studio...
transparent

gen262011

Mieloma: non solo CT per migliorare la sopravvivenza

Le lesioni osteolitiche costituiscono la principale causa di morbilità nel mieloma multiplo: esse si riscontrano in circa il 70% di pazienti con diagnosi iniziale di mieloma. I bifosfonati riducono il rischio di eventi scheletrici in questi pazienti,...
transparent

dic222010

Mieloma multiplo, acido zoledronico migliora sopravvivenza

Nei pazienti con mieloma multiplo l'impiego di acido zoledronico, in accordo con una potenziale attività anti-cancro, migliora la sopravvivenza globale in modo indipendente dalla prevenzione degli eventi scheletrici. In base a ciò trova supporto il trattamento...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>