Diabetologia

lug162018

TOSCA.IT: uno studio che confronta farmaci disponibili ed economici

Secondo una revisione pubblicata su Nutrition, Metabolism & Cardiovascular Diseases, lo studio italiano TOSCA.IT, nonostante alcune limitazioni, è un lavoro importante, che, a differenza di altri già completati e in corso, fornisce un confronto testa a testa tra l'efficacia e la sicurezza di due farmaci ipoglicemizzanti disponibili ed economicamente convenienti. «Si tratta di uno studio comparativo istituzionale, non supportato dall'industria, che confronta effetti cardiovascolari a lungo termine, efficacia e sicurezza di pioglitazone rispetto a sulfoniluree, utilizzati in associazione con metformina, in pazienti con diabete mellito di tipo 2» spiega Olga Vaccaro, dell'Università Federico II di Napoli, autrice principale della revisione. I risultati dello studio hanno mostrato che, in assenza di malattia cardiovascolare clinicamente evidente, entrambe le strategie di trattamento rappresentano alternative adeguate, ma che la combinazione di metformina e pioglitazone può essere considerata una migliore opzione terapeutica, per la maggiore durata degli effetti metabolici, il minore rischio di ipoglicemia e il potenziale beneficio sulla malattia cardiovascolare aterosclerotica.

Tra i messaggi importanti di questo studio, come indicano i revisori, uno è sicuramente la rilevazione di un tasso di eventi basso, che sottolinea il cambiamento in atto nella storia naturale delle malattie cardiovascolari in pazienti con diabete, attribuibile in buona parte alla crescente implementazione di misure preventive efficaci come l'uso di statine, antipertensivi e antiaggreganti. I risultati dello studio indicano anche che l'incidenza di eventi cardiovascolari è simile con le sulfoniruree (glimepiride e gliclazide) e con pioglitazone. Il tasso più basso di eventi cardiovascolari ischemici osservato nei pazienti trattati con metformina più pioglitazone nell'analisi "on treatment" non può essere considerato una prova conclusiva, ma è comunque molto in linea con il risultato degli studi IRIS e PROactive, ed è anche coerente con l'effetto anti-aterosclerotico di pioglitazone mostrato dagli studi CHICAGO e PERISCOPE. «C'è chiaramente bisogno di studi come TOSCA.IT, dove la questione cruciale dell'equilibrio comparativo tra rischi e benefici di diverse strategie di trattamento per il diabete di tipo 2 è valutata in un confronto testa a testa con un follow-up sufficientemente lungo» concludono gli autori.

Nutr Metab Cardiovasc Dis. 2018. doi: 10.1016/j.numecd.2018.04.008 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29804832

Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community