Diabetologia

lug32018

L'uso di antidepressivi si associa a un aumento di peso a lungo termine

In uno studio pubblicato su BMJ un gruppo di ricercatori del King's College di Londra ha scoperto che i pazienti in trattamento con uno dei 12 antidepressivi di uso comune avevano il 21% di probabilità in più di aumentare di peso rispetto a chi non assumeva tali farmaci. Ma non solo: dai dati raccolti emerge che l'aumento del rischio relativo in termini di incremento ponderale raggiunge il picco dopo due o tre anni di uso continuato di antidepressivi e che per i pazienti classificati come normopeso il rischio di diventare sovrappeso o obesi aumenta del 29% rispetto ai non utilizzatori di questi farmaci.

Viceversa, per gli individui sovrappeso il rischio di passare al gruppo degli obesi è maggiore del 29% tra chi assume antidepressivi rispetto ai non trattati. Per giungere a questi risultati, i ricercatori hanno analizzato le cartelle cliniche elettroniche di poco meno di 300.000 pazienti del Regno Unito, 136.762 uomini e 157.957 donne, dal 2004 al 2014, selezionando i partecipanti a seconda che fossero stati trattati con antidepressivi nell'anno di ingresso nello studio e suddividendoli in categorie in base all'indice di massa corporea (IMC), dai normopeso con IMC tra 18,5 e 14,9, ai grandi obesi con un IMC di 45,0 o superiore. Durante il follow-up decennale, la soglia di aumento di peso definita come significativa dagli autori è stata un aumento del 5% del peso basale. E a conti fatti i ricercatori hanno scoperto che il rischio annuale di incremento ponderale era di 8,1 per 100 persone-anno nel gruppo che non assumeva antidepressivi, contro 11,2 per 100 persone-anno tra coloro che ne facevano uso. Ma la cosa interessante è che durante il secondo e il terzo anno di trattamento le probabilità di un aumento del peso corporeo del 5% erano del 46% più alte nel gruppo in terapia rispetto a quello di chi non assumeva antidepressivi e rimanevano elevate per almeno sei anni. Spiega l'autore principale dello studio Rafael Gafoor del King's College di Londra: «I nostri risultati mostrano che gli antidepressivi aumentano, anche per anni, il rischio di incremento ponderale. Da un punto di vista clinico, queste osservazioni rafforzano la necessità di una gestione attiva, personalizzata e sostenuta del peso corporeo che vada di pari passo con la prescrizione di tali farmaci. Ciononostante, è importante sottolineare che nessun paziente deve interrompere il trattamento di propria iniziativa: in caso di dubbi è sempre meglio consultare il medico».

BMJ. 2018. doi: 10.1136/bmj.k1951
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29793997
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community