Diabetologia

feb212018

Carcinoma prostatico, nei maschi diabetici non si associa a un aumento dell'indice di massa corporea

L'indice di massa corporea (BMI) è direttamente legato a un aumentato rischio di tumori legati all'obesità in uomini con diabete mellito di tipo 2, eccetto che per il carcinoma prostatico avanzato. Viceversa, nelle donne il BMI si associa a un'aumentata incidenza di tumori sesso-correlati. Ecco, in sintesi, quanto emerge da una nuova analisi dello studio ZODIAC, Zwolle Outpatient Diabetes project Integrating Available Care. I risultati della rivalutazione dell'ampio studio di coorte sono stati appena pubblicati su BMJ Open e firmati da Steven Hendriks, dell'Isala Diabetes Center a Zwolle, Olanda, e colleghi. Per indagare la relazione tra BMI e tumori legati all'obesità in uomini e donne con diabete di tipo 2, i ricercatori nordeuropei hanno selezionato 52.044 pazienti con diabete di tipo 2, dei quali il 49% donne, che hanno partecipato a ZODIAC tra il 1998 e il 2012. «Allo scopo di stimare l'incidenza di tumori legati all'obesità abbiamo incrociato i dati a suo tempo raccolti con le informazioni del Registro tumori dei Paesi Bassi» spiega il ricercatore, precisando che il periodo di follow-up mediano è stato di circa tre anni e che durante il follow-up è stata diagnosticata una neoplasia legata all'obesità in 689 uomini e 914 donne.

E i risultati sono chiari: negli uomini l'aumento del BMI si associa a un più alto rischio di tumori correlati all'obesità non legati al genere maschile, e non emerge alcuna associazione con il cancro alla prostata. Nelle donne, invece, un elevato BMI si lega a un'aumentata incidenza di tumori genere-specifici tra cui il carcinoma mammario, quello ovarico, l'endometriale e della mammella, mentre non correla con i tumori non-genere specifici «Questo è il primo studio a indagare le differenze di genere nell'incidenza di cancro in relazione all'indice di massa corporea in pazienti con diabete di tipo 2 trattati nell'ambito delle cure primarie» scrivono gli autori. E Hendricks conclude: «I risultati ottenuti confermano in generale i legami tra obesità e tumori e nello specifico forniscono un argomento in più per mettere in discussione il legame tra carcinoma prostatico avanzato e obesità, almeno nella condizione di diabete di tipo 2».

BMJ Open 2018. Doi: 10.1136/bmjopen-2017-018859
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29371278
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community