Depressione

ott92011

Anziani, rischio declino cognitivo e depressione da Fa

La fibrillazione atriale (Fa) non soltanto è associata al rischio di sviluppare declino cognitivo nell'anziano, ma può anche essere considerata come un fattore di rischio per demenza e depressione, anche in assenza di storia medica di pregressi ictus....
transparent

ott62011

Antipiastrinici post-Ima più Ssri e rischio di sanguinamento

I pazienti che, dopo un infarto miocardico, assumono acido acetilsalicilico (Asa) o una doppia terapia antipiastrinica insieme a un Ssri per una concomitante depressione sono a maggiore rischio di sanguinamento. Lo rivela uno studio retrospettivo di coorte,...
transparent

ott42011

Rapporto reciproco tra sintomi depressivi e menopausali

L’ingresso in menopausa è un momento delicato al quale ogni donna reagisce a modo suo: c’è chi la considera un’esperienza che non determina particolari problemi, c’è invece chi la vive come una transizione che porta con sé sindromi depressive. Uno studio...
transparent

set232011

La depressione in età pediatrica predice il rischio di diabete

La sintomatologia depressiva nel bambino e nell'adolescente predice la progressione dell'insulinoresistenza, indipendentemente dalle modificazioni dell'indice di massa corporea (Bmi). Occorrono pertanto ricerche per stabilire se un intervento antidepressivo...
transparent

set142011

Le disfunzioni subcliniche della tiroide rappresentano una necessità terapeutica comunque?

Un articolo recentemente pubblicato sull’European Journal of Endocrinology (Endogenous subclinical thyroid disorders, physical and cognitive function, depression and mortality in older individuals) ha affrontato l’annoso e non ancora risolto problema...
transparent

set122011

Eccesso di caffeina associato a sintomi depressivi

La patogenesi della depressione è notoriamente multifattoriale, basata su una complessa interazione tra fattori ambientali e predisposizione genetica, ma nei bambini sembra esistere una chiara correlazione tra assunzione di caffeina e maggiore incidenza...
transparent

mag252011

Risposte ad antidepressivi nei pazienti con disordini neurologici

I farmaci antidepressivi risultano efficaci nel trattamento della depressione in pazienti affetti da disordini neurologici. Tuttavia l’evidenza dell’efficacia nel migliorare la qualità di vita e gli outcome funzionali e cognitivi non è conclusiva. Sono...
transparent

mag62011

Bpco: ansia e depressione compromettono riabilitazione

Ansia e depressione sono significativamente associate a un'aumentata dispnea, a una ridotta performance funzionale e a una peggiore qualità di vita nei pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco). Tali associazioni negative restano stabili...
transparent

mag42011

Il calo senile di vista e udito accresce depressione e ansia

Nella popolazione anziana, il deterioramento progressivo della vista e dell'udito può aumentare il rischio di sindromi depressive e ansiose. La correzione di tali deficit potrebbe però essere in grado di migliorare la qualità di vita di questi pazienti,...
transparent

gen212011

Menarca precoce comporta rischio depressione

Il menarca precoce comporta un aumento del rischio di sintomi depressivi durante l'adolescenza: in questi casi, pertanto, potrebbe essere utile l'adozione di programmi familiari e scolastici mirati all'intervento e alla prevenzione precoci. Lo studio...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community