Demenza

Covid-19, un decesso su cinque in affetti da demenza. Il Rapporto

set142020

Covid-19, un decesso su cinque in affetti da demenza. Il Rapporto

Un morto di Covid-19 su 5 in Italia era affetto da demenza . Il dato emerge da uno studio promosso da Alzheimer's Disease International che ha analizzato l'impatto della malattia provocata dal coronavirus Sars-CoV-2 su questa categoria di pazienti nei...
transparent

set72020

Demenza: identificati 12 fattori di rischio evitabili che potrebbero prevenire il 40% dei casi

Dal rapporto aggiornato della Lancet Commission on dementia prevention, intervention and care, presentato in luglio alla Alzheimer's Association International Conference (Aaic 2020) e pubblicato su The Lancet, emergono tre nuove cause prevenibili di ...
transparent
L’apatia nella demenza di tipo Alzheimer non migliora con il bupropione

giu82020

L’apatia nella demenza di tipo Alzheimer non migliora con il bupropione

Nei pazienti con demenza di tipo Alzheimer (Dat) e senza umore depresso, il bupropione, sebbene sicuro, non riduce l'apatia rispetto al placebo. A dirlo è uno studio pubblicato su Jama Network Open. Come spiegano Franziska Maier , dell'University...
transparent
Covid-19 nei pazienti con demenza, mutazione genetica contribuisce all’aumento del rischio

giu42020

Covid-19 nei pazienti con demenza, mutazione genetica contribuisce all’aumento del rischio

Secondo uno studio pubblicato su Journal of Gerontology: Medical Sciences, una mutazione genetica collegata alla demenza raddoppia il rischio di sviluppare forme gravi di Covid-19. «Abbiamo analizzato i dati dello studio Uk Biobank, che raccoglie informazioni...
transparent
Covid-19 e Alzheimer, i consigli degli esperti per pazienti e familiari

apr202020

Covid-19 e Alzheimer, i consigli degli esperti per pazienti e familiari

Le misure restrittive precauzionali adottate per rispondere all'emergenza sanitaria Covid-19 possono essere causa di peggioramenti in persone affette da demenze o Alzheimer ; per questo la Società italiana di Neurologia insieme con la Sindem...
transparent
Se la memoria e l’andatura declinano, aumenta il rischio di demenza

feb262020

Se la memoria e l’andatura declinano, aumenta il rischio di demenza

Un declino parallelo della memoria e della velocità di cammino negli anziani sarebbe associato a un aumento del rischio di sviluppare la demenza. Questo almeno è quanto hanno rilevato Qu Tian, del National Institute on Aging di Baltimora,...
transparent
Demenza senile, 680mila i casi tra i migranti in Europa. Lo studio coordinato dall’Iss

gen222020

Demenza senile, 680mila i casi tra i migranti in Europa. Lo studio coordinato dall’Iss

Sono circa 680mila i migranti residenti dell'Unione Europea nel 2018 affetti da decadimento cognitivo lieve (mild cognitive impairment - MCI). Una stima calcolata su un totale di 12.730.960 migranti, di età compresa tra 60 e 89 anni. Questi i dati...
transparent
Disturbi del linguaggio, la diagnosi nei casi da demenza potrebbe dipendere dalla lingua del paziente

gen152020

Disturbi del linguaggio, la diagnosi nei casi da demenza potrebbe dipendere dalla lingua del paziente

I problemi linguistici correlati alla demenza si presentano in maniera diversa a seconda della lingua parlata dal paziente. Questo è quanto hanno rilevato ricercatori del San Raffaele di Milano in collaborazione con la University of California...
transparent
Demenza, buoni risultati da interventi non farmacologici per aggressività e agitazione

ott162019

Demenza, buoni risultati da interventi non farmacologici per aggressività e agitazione

Per i pazienti con demenza che presentano sintomi di aggressività e agitazione, interventi come attività all'aria aperta, massaggi e "touch therapy" possono essere in alcuni casi più efficaci dei farmaci, secondo una revisione sistematica...
transparent
Demenza senile, farmaco associato a maggior rischio rabdomiolisi

set262019

Demenza senile, farmaco associato a maggior rischio rabdomiolisi

Donepezil, un farmaco comunemente usato per gestire i sintomi della malattia di Alzheimer e di altri tipi di demenza, è associato a un aumento di due volte del rischio di ricovero ospedaliero per rabdomiolisi, rispetto ad altri inibitori della...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>