Delirium, demenze, disturbi cognitivi e amnestici

L’apatia nella demenza di tipo Alzheimer non migliora con il bupropione

giu82020

L’apatia nella demenza di tipo Alzheimer non migliora con il bupropione

Nei pazienti con demenza di tipo Alzheimer (Dat) e senza umore depresso, il bupropione, sebbene sicuro, non riduce l'apatia rispetto al placebo. A dirlo è uno studio pubblicato su Jama Network Open. Come spiegano Franziska Maier , dell'University...
transparent
Covid-19 nei pazienti con demenza, mutazione genetica contribuisce all’aumento del rischio

giu42020

Covid-19 nei pazienti con demenza, mutazione genetica contribuisce all’aumento del rischio

Secondo uno studio pubblicato su Journal of Gerontology: Medical Sciences, una mutazione genetica collegata alla demenza raddoppia il rischio di sviluppare forme gravi di Covid-19. «Abbiamo analizzato i dati dello studio Uk Biobank, che raccoglie informazioni...
transparent
Mirtilli, mele e tè si associano a un effetto protettivo contro l'Alzheimer

mag212020

Mirtilli, mele e tè si associano a un effetto protettivo contro l'Alzheimer

Gli ultracinquentenni che consumano ridotte quantità di alimenti ricchi di flavonoidi , come mirtilli, mele e tè, hanno probabilità da due a quattro volte maggiori di sviluppare un Alzheimer (Ad) o una demenza correlata (Adrd) nei...
transparent
Covid-19 e Alzheimer, i consigli degli esperti per pazienti e familiari

apr202020

Covid-19 e Alzheimer, i consigli degli esperti per pazienti e familiari

Le misure restrittive precauzionali adottate per rispondere all'emergenza sanitaria Covid-19 possono essere causa di peggioramenti in persone affette da demenze o Alzheimer ; per questo la Società italiana di Neurologia insieme con la Sindem...
transparent
L’età avanzata non fa diminuire il rischio di demenza. Lo studio del Mario Negri

feb172020

L’età avanzata non fa diminuire il rischio di demenza. Lo studio del Mario Negri

L'incidenza della demenza continua ad aumentare anche tra gli anziani con più di 80 anni, e l'apparente diminuzione del rischio di sviluppare la malattia man mano che cresce l'età è dovuta al rischio competitivo della morte e alla...
transparent
Demenza, Iss: un centro su 5 aperto solo un giorno a settimana

nov282019

Demenza, Iss: un centro su 5 aperto solo un giorno a settimana

Dei Centri per i disturbi cognitivi e le demenze ( Cdcd ) presenti in Italia, 1 su 5 è aperto e solo un giorno a settimana, lo rivela un nuovo report dell'Istituto superiore di sanità presentato al convegno "Il contributo dei Centri...
transparent
L’analfabetismo aumenta il rischio di demenza in età avanzata

nov202019

L’analfabetismo aumenta il rischio di demenza in età avanzata

Le persone analfabete possono avere un rischio quasi tre volte maggiore di sviluppare la demenza rispetto alle persone che sanno leggere e scrivere, secondo uno studio pubblicato su Neurology. «Essere in grado di leggere e scrivere permette alle...
transparent
Delirium, Sigg: patologia spesso non diagnosticata. Oggi la giornata della consapevolezza

mar132019

Delirium, Sigg: patologia spesso non diagnosticata. Oggi la giornata della consapevolezza

«Spesso siamo proprio noi medici e operatori sanitari a non avere adeguata contezza del problema del delirio, del modo in cui si presenta e dell'impatto che, non riconosciuto e non trattato, può avere sullo stato di salute e sulla stessa sopravvivenza...
transparent
Depressione e demenze, il loro legame tra i temi del Congresso Sigg

nov262018

Depressione e demenze, il loro legame tra i temi del Congresso Sigg

Il rapporto tra depressione e stato cognitivo nelle persone anziane è una realtà complessa e variegata che non consente generalizzazioni: se ne parlerà al 63esimo congresso della Società di gerontologia e geriatria (Sigg),...
transparent
Demenze, Iss aggiorna la mappa delle strutture. Al Sud il numero più basso

nov222017

Demenze, Iss aggiorna la mappa delle strutture. Al Sud il numero più basso

La cura e l'assistenza delle demenze rappresenta «una sfida per la sanità del futuro sulla quale si giocano anche temi economici, sociali e di grande rilevanza etica». Lo sottolinea il presidente Iss Walter Ricciardi commentando il dato globale...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>