Politica e Sanità

feb182016

Decreto appropriatezza, Snami: Fnomceo avrebbe dovuto smentire il ministro

«Leggo che la dott.ssa Chersevani, presidente della FnomCeo, in riferimento all'incontro dell'altra settimana, plaude alla grande disponibilità della parte pubblica ad individuare le criticità della norma per poter consentire protezione ai pazienti e il recupero della serenità del medico nell'esecuzione del suo lavoro. Bene avrebbe fatto a ribadire pubblicamente che «non si devono prendere a schiaffi i Medici» e non si deve gioire poi perché si è disponibili, a parole, a rimodulare il gesto» così il vicepresidente nazionale dello Snami Domenico Salvago a margine dell'incontro di oggi col ministro Lorenzin, si rivolge al presidente Fnomceo Chersevani dopo le sue dichiarazioni di apertura al ministro. «Come nostra rappresentante» continua Salvago «avrebbe dovuto smentire il Ministro, che oggi utilizza una differente comunicazione, che ha ribadito in interviste e partecipazioni televisive: "i medici prescrivono «lenzuolate» di esami senza necessità, mettono paura ai pazienti e che se un medico lo motiva può prescrivere ciò che serve ai propri malati". Siccome il decreto che è attualmente in vigore recita ben altro, la Chersevani, a nome di tutti i Medici Italiani iscritti all'albo, e a tutela della nostra dignità, bene avrebbe fatto a sostenere pubblicamente che ciò che il Ministro aveva ripetutamente «esternato» ai quattro venti, era fuori luogo e non corrispondeva assolutamente alla realtà» conclude il vicepresidente Snami.
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community