Danni da trasfusione

L'onere della prova nel caso di infezione da emotrasfusione

giu162022

L'onere della prova nel caso di infezione da emotrasfusione

Nella controversia tra il paziente che assuma di avere contratto un'infezione in conseguenza d'una emotrasfusione, e la struttura sanitaria ove quest'ultima venne eseguita, non è onere del primo allegare e provare che l'ospedale abbia tenuto una...
transparent
Trasfusioni con sangue infetto, da quando decorre la responsabilità del ministero della salute

apr112022

Trasfusioni con sangue infetto, da quando decorre la responsabilità del ministero della salute

Sin dalle prime trasfusioni di sangue ricevute dal paziente nel corso dell'anno 1973 sussisteva in capo al Ministero della Salute un preciso obbligo di controllo del sangue per esse utilizzato, con conseguente insorgenza di/responsabilità risarcitoria...
transparent
Sui moduli transattivi per indennizzo conseguente a trasfusione con sangue infetto

dic132021

Sui moduli transattivi per indennizzo conseguente a trasfusione con sangue infetto

La previsione di cui all'art. 5, comma 1, lettera b), del D.M. 4 maggio 2012, sui moduli transattivi per indennizzo conseguente a trasfusione con sangue infetto , comprende nel proprio ambito applicativo l'ipotesi della richiesta di adesione alla transazione...
transparent
Non giustificabile l'inerzia Ministero nel risarcire i soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie, emotrasfusioni ed emoderivati infetti

lug142021

Non giustificabile l'inerzia Ministero nel risarcire i soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie, emotrasfusioni ed emoderivati infetti

Una simile inerzia della pubblica amministrazione, come affermato dal Consiglio di Stato, si rivela "tanto più biasimevole, e meritevole di tutela anche nella forma dell'azione contro il silenzio, quanto più si consideri che la Corte europea...
transparent
Trasfusioni ed epatite cronica Hcv positiva e Hiv: richiesta di danni per inerzia del Ministero

mag262021

Trasfusioni ed epatite cronica Hcv positiva e Hiv: richiesta di danni per inerzia del Ministero

Per giurisprudenza costante: L'art. 2-bis, comma 1, L. 7 agosto 1990, n. 241 prevede la possibilità di risarcimento del danno da ritardo/inerzia dell'amministrazione nella conclusione del procedimento amministrativo non già come effetto...
transparent
Prescrizione del diritto di risarcimento da patologie conseguenti ad emotrasfusioni

apr92021

Prescrizione del diritto di risarcimento da patologie conseguenti ad emotrasfusioni

Per i danni lungolatenti, derivanti da patologie contratte in ambito sanitario e che richiedono un periodo di incubazione prima della manifestazione esterna e visibile anche solo medicalmente, è comunque necessario evitare che il danneggiante risulti...
transparent
Contagio da virus Hbv, Hiv o Hcv e indennizzo a titolo di risarcimento del danno

mag192020

Contagio da virus Hbv, Hiv o Hcv e indennizzo a titolo di risarcimento del danno

Il diritto al risarcimento del danno conseguente al contagio da virus Hbv, Hiv o Hcv a seguito di emotrasfusioni con sangue infetto ha natura diversa rispetto all'attribuzione indennitaria regolata dalla L. n. 210 del 1992; tuttavia, nel giudizio risarcitorio...
transparent
Non spetta al primario di chirurgia o al chirurgo operatore il controllo diretto sul sangue

gen272020

Non spetta al primario di chirurgia o al chirurgo operatore il controllo diretto sul sangue

Non spetta al primario di chirurgia , nè al chirurgo operatore effettuare direttamente il controllo sul sangue , nè la regolare tenuta dei registri o la verifica della preventiva sottoposizione a tutti i test sierologici richiesti dalla...
transparent
Trasfusioni, nuove raccomandazioni del ministero per prevenire errori

gen132020

Trasfusioni, nuove raccomandazioni del ministero per prevenire errori

Il ministero della Salute ha pubblicato una nuova versione della "Raccomandazione per la prevenzione della reazione trasfusionale da incompatibilità AB0", un aggiornamento che sottolinea come la reazione trasfusionale da incompatibilità...
transparent
Morta per una trasfusione sbagliata, fatale un caso di omonimia. Al via l’inchiesta

set162019

Morta per una trasfusione sbagliata, fatale un caso di omonimia. Al via l’inchiesta

Muore in ospedale per una trasfusione sbagliata, dopo che le era stata infusa una sacca di sangue destinata a un'altra paziente con lo stesso nome. Un caso di omonimia che è costato la vita a una donna di 84 anni residente in provincia di Monza...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi