Diritto Sanitario

dic62018

Incarico di struttura complessa, i requisiti per il conferimento

La lettura del combinato disposto di cui ai commi 1 e 3 dell'art. 28 CCNL 8.6.2000, prevedono che:

a) 'Ai dirigenti del ruolo sanitario, all'atto della prima assunzione sono conferibili solo incarichi di natura professionale con precisi ambiti di autonomia da esercitare nel rispetto degli indirizzi del responsabile della struttura e con funzioni di collaborazione e corresponsabilità nella gestione delle attività. Detti ambiti sono progressivamente ampliati attraverso i momenti di valutazione e verifica di cui all'art. 15, comma 5, del d.lgs. n. 502 del 1992';

b) 'Ai dirigenti del comma 1, dopo cinque anni di attività sono conferibili incarichi di direzione di struttura semplice ovvero di natura professionale anche di alta specializzazione, di consulenza, di studio e ricerca, ispettivi, di verifica e di controllo.
Una previsione siffatta, che pare individuare una sorta di 'cursus honorum' fatto di passaggi gradualmente ascendenti, ben si spiega, invero, proprio per i soli 'dirigenti del ruolo sanitario, all'atto della (loro) prima assunzione', ovvero per quei soggetti ancora inevitabilmente sprovvisti di esperienze manageriali acquisite sul campo; non può certo valere, la stessa previsione, per coloro i quali, pur divenuti da poco dirigenti di ruolo nell'area professionale, tecnico amministrativa, hanno invece già avuto positivi riscontri gestionali sulla base di incarichi fiduciari ex art. 15-septies del D.Lgs n. 502/1992. (Avv. Ennio Grassini -www.dirittosanitario.net)
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community