Diritto Sanitario

mag162018

Legge Gelli, ai fatti antecedenti si applicano i principi del precedente quadro normativo

La legge "Gelli" (legge n. 24/2017) stabilisce che la responsabilità dell'esercente la professione sanitaria sia collocata nella responsabilità aquiliana pur prevedendo la clausola di salvezza rappresentata dall''assunzione di un'obbligazione contrattuale con il paziente" senza riconoscere l'applicazione retroattiva di tale disciplina prevalendo in tal caso la disciplina di cui all'art. 11 disp. prel. c.c., ne consegue che ai fatti verificatisi prima della sua entrata in vigore si applicano i principi del precedente quadro normativo e quindi la responsabilità contrattuale del medico fondata sulla teoria del contatto sociale.

La responsabilità della struttura sanitaria nei confronti del paziente è di natura contrattuale derivante dall'inadempimento dell'atipico contratto di spedalità. Risponde anche dei danni cagionati dal suo ausiliario ed anche in assenza di un rapporto di lavoro subordinato.
(Avv.Ennio Grassini - www.dirittosanitario.net )


Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community