Dalle aziende

Una nuova tecnologia di disinfezione a luce UV


Una collaborazione tra LightLab Sweden, il Gruppo italiano SAES e l'Università di Siena

Nasce una nuova tecnologia di disinfezione a luce UV efficace al 99,9% per inattivare il virus SARS-CoV-2 (Covid-19) dagli oggetti di uso quotidiano

La società cleantech LightLab Sweden presenta oggi una nuova tecnologia di disinfezione UVC chiamata PureFizeÒ, in grado di inattivare batteri e virus, compreso il SARS-CoV-2, sviluppata in collaborazione con il partner italiano Gruppo SAES.

Lo studio condotto dall'Università di Siena dimostra l'efficacia nell'inattivare il 99,9% del virus SARS-CoV-2 in meno di tre minuti e il 99,9999% in meno di dieci minuti.

Per la prima volta è stato utilizzato un prototipo di un prodotto reale e dimostrato che PureFize può essere utilizzato per inattivare qualsiasi presenza di SARS-CoV-2 sugli oggetti di uso quotidiano.

Oggi, la società svedese di tecnologia pulita (cleantech) LightLab Sweden presenta una nuova tecnologia di disinfezione UVC chiamata PureFizeÒ, in grado di inattivare batteri e virus, compreso il SARS-CoV-2. Per verificarne l'efficacia, LightLab Sweden ha collaborato con il Gruppo SAES e con l'Università di Siena. Lo studio utilizza un prototipo di un prodotto reale e dimostra che PureFize può essere utilizzato per inattivare qualsiasi presenza di SARS-CoV-2 (>99,9999%) sugli oggetti di uso quotidiano.

I risultati saranno pubblicati su una rivista scientifica internazionale di Sanità Pubblica.

Lo studio è stato condotto dall'Università di Siena e sarà sottoposto a peer review da una rivista scientifica internazionale di Sanità Pubblica. Lo studio mostra che PureFize è efficace sui campioni nell'inattivare il 99,9% del virus SARS-CoV-2 in meno di tre minuti e il 99,9999% in meno di dieci minuti. È la prima volta che viene condotto e pubblicato uno studio scientifico utilizzando un prototipo di un prodotto reale per la disinfezione UVC delle superfici.

- Siamo lieti di presentare la prima prova scientifica della nuova tecnologia di disinfezione UVC. È stato ottenuto un ottimo risultato nell'inattivare SARS-CoV-2 con il prototipo testato, un prodotto di consumo reale. La tecnologia PureFize UVC può svolgere un ruolo importante nell'inattivare SARS-CoV-2 dagli oggetti che vengono utilizzati nella vita di tutti i giorni, - haaffermato il Professor Gabriele Messina, MD, Professore Associato di igiene generale e applicata (sanità pubblica) dell'Università di Siena.

La tecnologia di disinfezione UVC PureFize è frutto di una tecnologia completamente nuova e sostenibile sviluppata dalla cleantech svedese LightLab Sweden. PureFize è stato sviluppato utilizzando uno spettro di lunghezze d'onda ampio ed efficace ad inattivare batteri e virus. La tecnologia PureFize è veloce, efficace e genera un riscaldamento termico minimo, rendendola efficiente dal punto di vista energetico. Inoltre, non contiene mercurio o prodotti chimici e non genera ozono. PureFize è protetto da 96 brevetti e da 47 domande di brevetti in attesa di approvazione.

- Sono molto orgoglioso di presentare PureFize. Molte aziende sul mercato affermano che i loro prodotti sono in grado di rendere inattivo il SARS-CoV-2 sulle superfici, ma poche hanno effettivamente condotto test scientifici con i loro prodotti. La validazione scientifica è molto importante per noi, e l'efficacia di PureFize è stata convalidata dall'Università di Siena. PureFize rende possibile utilizzare l'UVC nella vita di tutti i giorni in modo sicuro e sostenibile. Il nostro obiettivo è di migliorare gli standard per la disinfezione UVC e dimostrare che PureFize può essere efficace nell'inattivare i batteri e i virus, ma anche sostenibile nel ridurre al minimo l'impatto della tecnologia sull' ambiente - afferma Rune Torbjörnsen, CEO di LightLab Sweden.

La tecnologia PureFize sarà ora ampiamente diffusa ed è pronta per essere distribuita a livello globale.

La tecnologia offre grandi opportunità di integrazione e può essere utilizzata in un'ampia gamma di

applicazioni e installata nei prodotti senza grandi riprogettazioni o adattamenti.

LightLab Sweden ha diversi progetti in corso con partner che desiderano integrare soluzioni UVC efficaci e sostenibili nei loro prodotti per fornire valore aggiunto a clienti e consumatori.


- Questo è solo il primo passo per noi per alzare il livello della disinfezione attraverso la tecnologia UVC e dimostrare che la tecnologia PureFize è efficace su batteri e virus. Continueremo a esplorare le numerose possibilità di applicazione di questa tecnologia per garantire un ambiente più sano e sicuro nella nostra vita di tutti i giorni - afferma Fredrik Forssell, CMO, LightLab Sweden.

Università di Siena

Prof. Gabriele Messina, MD, Professore Associato di igiene generale e applicata (sanità pubblica) dell'Università di Siena

Lo studio dell'Università di Siena:

L'Università di Siena ha testato una nuova tecnologia UVC chiamata PureFize sviluppata da LightLab Sweden. Durante lo studio le sorgenti luminose PureFize UVC sono state collocate in una scatola di disinfezione delle superfici sviluppata da LightLab Sweden per scopi generali. Sono state utilizzate sei sorgenti luminose PureFize a una distanza di >7,5 cm dai campioni di Sars-Cov-2. Il campione era una soluzione contenente SARS-COV-2 a una concentrazione 107,2 *TCID50%/ml, dove TCID50% indica una concentrazione di virus tale da indurre danni sul 50% delle cellule infette. Il risultato è stato una riduzione del 99,9% (log3) del virus sui campioni in meno di tre minuti e il 99,9999% (log6) in meno di dieci minuti.


PureFize®:

PureFize è una tecnologia sicura ed efficace per disinfettare superfici, alimenti, acqua e aria. Utilizzando una nanotecnologia di proprietà, incomparabile a livello mondiale, PureFize crea uno spettro di luce UVC unico e ampio in cui tutti i batteri e virus, incluso il SARS-CoV-2, vengono distrutti irreparabilmente con livelli eccezionalmente elevati di riduzione germicida. La tecnologia è efficiente dal punto di vista energetico, sostenibile, priva di mercurio e non genera riscaldamento termico né produzione di ozono. PureFize è protetto da 96 brevetti e da 47 domande di brevetti in attesa di approvazione. Questa tecnologia è stata progettata pensando all'integrazione e pronta per applicazioni su prodotti commerciali e di consumo.

https://www.purefize.com/

LightLab Sweden:
LightLab è un'azienda di tecnologia pulita (cleantech) che sviluppa e produce sorgenti di luce UVC sostenibili che possono essere utilizzate per igienizzare superfici, alimenti, aria e liquidi. La missione della Società è integrare la disinfezione nella vita quotidiana consentendo a più persone di accedere a una salute migliore e a un ambiente migliore. LightLab Sweden ha sede a Uppsala, Svezia, ed è di proprietà privata. Collabora con partner globali e importanti università per portare l'UVC in applicazioni per l'industria e i consumatori.

http://www.lightlab.com/

SAES Group:
Pioniere nello sviluppo della tecnologia getter, il Gruppo SAES® è leader mondiale in una molteplicità di applicazioni scientifiche e industriali che richiedono condizioni di alto vuoto. In 80 anni di attività, le soluzioni getter del Gruppo hanno sostenuto l'innovazione tecnologica nelle industrie dell'information display e dell'illuminazione, nei complessi sistemi ad alto vuoto e nell'isolamento termico basato sul vuoto, in tecnologie che spaziano dai tubi di potenza sotto-vuoto di grandi dimensioni sino ai dispositivi miniaturizzati come i sistemi microelettronici e micromeccanici (MEMS) realizzati su silicio.

Dal 2004, sfruttando le competenze acquisite nel campo della metallurgia speciale e della scienza dei materiali, il Gruppo SAES ha ampliato il proprio campo di attività rivolgendosi al mercato dei materiali avanzati, in particolare delle leghe a memoria di forma, una famiglia di materiali caratterizzati da super-elasticità e dalla proprietà di assumere forme predefinite quando riscaldati. Queste leghe speciali, che oggi trovano principale applicazione nel comparto biomedicale, si adattano perfettamente anche alla realizzazione di dispositivi di attuazione per il settore industriale (domotica, industria del bianco, elettronica di consumo, settore automotive e del lusso). Più recentemente, SAES ha ampliato il proprio business, sviluppando una piattaforma tecnologica che integra materiali getter in matrici polimeriche. Tali prodotti, inizialmente sviluppati per i display OLED, sono ora utilizzati in nuovi settori applicativi, tra cui dispositivi medici impiantabili e diagnostica per immagini a stato solido. Tra le nuove applicazioni, particolarmente strategico è il settore dell'imballaggio alimentare evoluto, in cui SAES è presente con un'offerta di nuovi prodotti per il packaging sostenibile e intende competere con soluzioni totalmente riciclabili e compostabili. Una capacità produttiva totale distribuita in dieci stabilimenti, una rete commerciale e di assistenza tecnica operativa a livello mondiale, oltre 1.000 dipendenti consentono al Gruppo di essere una realtà aziendale a tutti gli effetti globale.

Gli uffici direzionali del Gruppo SAES sono ubicati a Lainate, nell'hinterland milanese. SAES Getters S.p.A. è quotata sul Mercato Telematico Azionario della Borsa Italiana dal 1986, segmento STAR



Per saperne di più: https://www.saesgroup.com/
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>