Dalle aziende

Monitoraggio wireless per le donne in gravidanza


Arriva in Italia un nuovo sistema di monitoraggio wireless per le donne in gravidanza: senza cinghie, senza cavi. il futuro del monitoraggio fetale*

· Progettato da GE Healthcare, Novii è il nuovo sistema che consente alle future mamme di muoversi liberamente, con un monitoraggio accurato ed affidabile dei parametri vitali materno/fetali

· Presentato per la prima volta al Congresso Nazionale Agorà SIMP, da oggi al 9 novembre a Bologna

E se durante il travaglio ti venisse voglia di muoverti liberamente? Ora si può. GE Healthcare, divisione medicale di General Electric, lancia in Italia Novii, un nuovo sistema di monitoraggio wireless per le donne in gravidanza.

Un piccolo, affidabile e preciso monitor che misura la frequenza cardiaca del feto senza la necessità dei classici trasduttori e di cinture, permettendo alla paziente libertà di movimento con il massimo comfort. Le mamme possono muoversi autonomamente, decidere di fare una doccia, un bagno o addirittura utilizzare una fitball durante il travaglio, il tutto rimanendo sempre accuratamente monitorate.

Con il sistema classico di trasduttori e cinghie, le future mamme sono obbligate a restare a letto, limitando molto la loro mobilità Per evitare di perdere il segnale spesso le tradizionali cinture sono strette e tendono a creare una pressione sull'addome portando un dolore aggiuntivo durante le contrazioni. Ora, invece, il nuovo sistema Novii di GE Healthcare sfrutta innovazioni digitali per comunicare in modalità wireless i dati della paziente, eliminando la necessità di utilizzare cavi tra la paziente e il monitor fetale. Ciò permette alle donne che affrontano il travaglio senza anestesia una vera libertà di movimento, quale la possibilità di andare in bagno senza dover chiedere ad un infermiere di rimuovere i cavi del monitor, offrendo loro un senso di autonomia e privacy.

Novii inoltre non è influenzato dall'indice di massa corporea della mamma consentendo di avere in ogni caso un tracciato chiaro, evitando così il ricorso a monitoraggi interni invasivi.

Presentato per la prima volta al Congresso Nazionale Agorà SIMP (Società italiana di medicina perinatale), da oggi al 9 novembre a Bologna, il nuovo sistema è comodo e non invasivo e permette di monitorare due pazienti contemporaneamente: la madre e il bambino con un unico sensore. La donna potrà quindi assumere in piena libertà la posizione più idonea per facilitare il travaglio, tra cui accovacciarsi, sedersi su una fitball, posizioni che spesso causano la perdita di tracciabilità con il monitoraggio tradizionale.

---

GE Healthcare

GE Healthcare è la divisione medicale di General Electric (NYSE: GE) con un fatturato di 19,8 miliardi di dollari, che sfrutta le potenzialità di dati e analytics per migliorare l'efficienza di hardware, software e biotecnologie. In qualità di società leader nella fornitura di apparecchiature di imaging medicale, con più di 100 anni di esperienza nel settore e oltre 50.000 dipendenti in 100 Paesi, GE Healthcare sta trasformando l'assistenza sanitaria offrendo risultati migliori per gli operatori del settore e i pazienti.



Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>