Comorbilità

giu12016

Diabete nell’anziano, target glicemici divergenti nelle linee guida di diabetologi e geriatri USA

Gli obiettivi di cura del diabete mellito (DM) nel paziente anziano (>75 anni) sono da tempo oggetto di discussione. «Un controllo glicemico intensivo produce benefici nel ridurre il rischio di complicanze microvascolari nel medio termine (5-10 anni)...
transparent
Arrivano le linee guida Nice sul trattamento delle multimorbilità

apr52016

Arrivano le linee guida Nice sul trattamento delle multimorbilità

Il National Institute for Health and Care Excellence (Nice) ha pubblicato in bozza le tanto attese linee guida per l'ottimizzazione del trattamento delle multimorbilità, proprio nel momento in cui il numero di persone con tre o più patologie...
transparent
L’infertilità maschile può essere prodromo di altri problemi di salute

dic182015

L’infertilità maschile può essere prodromo di altri problemi di salute

I problemi riproduttivi nell'uomo sono associati a un'ampia gamma di condizioni e malattie croniche come diabete e disturbi cardiovascolari, abuso di alcol e abuso di droghe. Lo rivela uno studio retrospettivo di coorte pubblicato sulla rivista Fertility...
transparent
Cancro giovanile, restano alte le comorbilità in età adulta

nov262015

Cancro giovanile, restano alte le comorbilità in età adulta

Su Jama Oncology sono stati appena pubblicati due studi e un editoriale sulla prognosi a lungo termine nei sopravvissuti a un cancro in età infantile o giovanile. Nel primo studio, Kathrine Rugbjerg del Danish Cancer Society Research Center di...
transparent
Vaccinazione antinfluenzale, richiamo dall’Oms: il no costa migliaia di vite

nov22015

Vaccinazione antinfluenzale, richiamo dall’Oms: il no costa migliaia di vite

Il "no" alla vaccinazione antinfluenzale costa migliaia di vite: è questo il titolo di un appello rivolto ai cittadini, attraverso il sito dell'Ufficio regionale per l'Europa dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), da parte di ...
transparent
Morbilità e mortalità da uso di oppiacei da prescrizione medica in aumento negli Usa

ott142015

Morbilità e mortalità da uso di oppiacei da prescrizione medica in aumento negli Usa

Dal 2003 al 2013 il tasso d'uso non terapeutico degli oppiacei da prescrizione medica è calato tra gli adulti statunitensi a fronte di un aumento della relativa morbilità e mortalità, secondo quanto conclude uno studio pubblicato...
transparent
Anziani con comorbilità, i farmaci cardiovascolari riducono la mortalità

ott82015

Anziani con comorbilità, i farmaci cardiovascolari riducono la mortalità

La prescrizione ai pazienti anziani con numerose comorbilità dei farmaci cardiovascolari, nel rispetto delle linee-guida, assicura un beneficio in termini di sopravvivenza rispetto all'assenza di terapia. È questa la conclusione di uno studio pubblicato...
transparent
Patologie croniche con comorbilità respiratorie: per l’internista competenze sempre più trasversali

ott62015

Patologie croniche con comorbilità respiratorie: per l’internista competenze sempre più trasversali

Il convegno di medicina interna iniziato giovedì scorso al Policlinico di Modena, con il patrocinio dell'università degli studi di Modena e Reggio Emilia, ha avuto un seguito dopo la giornata iniziale interamente dedicata alle novità...
transparent
Nel cancro prostatico ad alto rischio la radioterapia da sola riduce la mortalità cardiaca

set232015

Nel cancro prostatico ad alto rischio la radioterapia da sola riduce la mortalità cardiaca

Dal follow-up a lungo termine degli ammalati di cancro prostatico con rischio prognostico sfavorevole e comorbilità moderate o gravi, emerge che la radioterapia da sola, in confronto a quest'ultima associata alla deprivazione androgenica, si associa...
transparent
L’età e la comorbilità influenzano gli esiti della chirurgia dell’anca

set152015

L’età e la comorbilità influenzano gli esiti della chirurgia dell’anca

I pazienti sottoposti a intervento chirurgico per frattura dell'anca sono spesso anziani con comorbilità, cosa che aumenta il rischio di mortalità e morbilità ospedaliera. Questo, almeno, è quanto conclude uno studio uscito...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi