Clinica

dic212018

Sigarette elettroniche, negli USA cresce il numero di giovani che si avvicinano

Secondo una lettera pubblicata sul New England Journal of Medicine, nel 2018 il doppio degli adolescenti arruolati nello studio Monitoring the Future ha riferito di fumare sigarette elettroniche con nicotina rispetto all'anno precedente. Secondo gli autori, si tratta del più grande aumento assoluto mai registrato nei 44 anni di storia dello studio, che si occupa di esaminare l'uso di sostanze nei ragazzi che frequentano l'ultimo anno delle medie e la scuola superiore. Dal 2017 al 2018, la prevalenza di fumo di sigaretta elettronica con nicotina è aumentata dall'11% al 21% tra i giovani all'ultimo anno di scuola superiore, dall'8% al 16% tra i ragazzi del secondo anno e dal 4% al 6% tra gli studenti di terza media. Sono salite anche le percentuali dei ragazzi che fumano sigarette elettroniche aromatizzate, ma non in maniera parimenti elevata. I ricercatori stimano che 1,3 milioni di adolescenti in più abbiano fumato nicotina nel 2018.

«Questo risultato indica che le politiche messe in pratica a partire dall'anno scolastico 2017-2018 non sono state sufficienti a fermare la diffusione di questi dispositivi tra gli adolescenti. Il rapido ingresso di nuovi dispositivi sul mercato, come Juul, richiederà aggiornamenti continui e modifiche delle strategie per contenere gli effetti negativi sulla salute» afferma Richard Miech, della University of Michigan di Ann Arbor, primo firmatario della lettera. E la diffusione delle sigarette elettroniche tra i giovani negli Stati Uniti preoccupa anche la sanità pubblica del paese, che ha lanciato un appello a genitori, politici e fornitori di assistenza sanitaria per arginare il fenomeno. In un comunicato infatti Jerome Adams, che si occupa di dirigere la sanità, ha sottolineano che le sigarette elettroniche dovrebbero essere vietate nei luoghi chiusi, e che le pubblicità relative a tali dispositivi non dovrebbero essere rivolte ai giovani, mentre si dovrebbe provvedere a limitare l'accesso ai prodotti del tabacco aromatizzati. Adams ha anche affermato che tutti gli operatori sanitari dovrebbero conoscere bene i vari tipi di sigarette elettroniche, anche i nuovi prodotti come Juul, che assomiglia a una chiavetta USB.

N Engl J Med. 2018. doi: 10.1056/NEJMc1814130
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30554549  
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community