Clinica

mar122018

Sigarette elettroniche, in aumento uso tra adolescenti. Rischi da non sottovalutare

Uno studio pubblicato su Pediatrics riferisce che gli adolescenti che fanno uso di sigarette elettroniche presentano livelli aumentati di metaboliti cancerogeni nelle urine. «Dato l'aumento dell'uso di questo tipo di dispositivi, c'è necessità di capire urgentemente quanto siano sicuri negli adolescenti. Per chiarire questo punto abbiamo cercato di identificare la presenza di sostanze chimiche tossiche associate all'uso di sigarette elettroniche in questa popolazione» dice Mark L. Rubinstein, della University of California, San Francisco, Stati Uniti, autore principale dello studio. I ricercatori hanno analizzato campioni di urina provenienti da adolescenti, con età media di 16,4 anni, che avessero fatto uso di almeno una sigaretta elettronica nei 30 giorni precedenti l'analisi e ne avessero utilizzate almeno 10 in tutta la vita. I ragazzi sono stati suddivisi in base al fatto che, sempre nei 30 giorni precedenti all'arruolamento, avessero usato esclusivamente sigarette elettroniche (n=67), o sia sigarette elettroniche che sigarette convenzionali (n=16). Inoltre, sono stati analizzati 20 ragazzi che non fumavano in assoluto come controlli.

Gli utenti della sola sigaretta elettronica hanno riferito di "svapare", in media, 13 giorni al mese. L'escrezione urinaria dei metaboliti di benzene, ossido di etilene, acrilonitrile, acroleina e acrilammide era significativamente più alta nei consumatori di entrambi i tipi di sigaretta rispetto agli utilizzatori di sigaretta elettronica, e l'escrezione dei metaboliti di acrilonitrile, acroleina, propilene ossido, acrilammide e crotonaldeide era significativamente più elevata negli utilizzatori delle sole sigarette elettroniche rispetto ai controlli. Gli autori sottolineano che anche se i vapori delle sigarette elettroniche possono sembrare meno pericolosi del fumo di tabacco, questi risultati mettono in dubbio l'idea che tali dispositivi siano sicuri, perché molti dei composti organici volatili identificati sono cancerogeni. «La presenza di ingredienti dannosi nel vapore della sigaretta elettronica è stata stabilita - concludono i ricercatori - dato che possiamo affermare che nel corpo degli adolescenti che la utilizzano si riscontrano elementi dannosi. Dobbiamo far giungere agli adolescenti avvertimenti sul rischio potenziale derivante dall'esposizione a composti cancerogeni generati da questi dispositivi», concludono gli autori.

Pediatrics, March 2018 DOI: 10.1542/peds.2017-3557 http://pediatrics.aappublications.org/content/early/2018/03/01/peds.2017-3557
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community