Clinica

Metagenomica clinica, una nuova arma per gestire le infezioni in terapia intensiva

nov222021

Metagenomica clinica, una nuova arma per gestire le infezioni in terapia intensiva

L'utilizzo della metagenomica clinica in un contesto ospedaliero non di ricerca potrebbe cambiare radicalmente l'approccio dei medici alla gestione delle infezioni in terapia intensiva, secondo uno studio pubblicato su Genome Medicine. «La metagenomica...
transparent
Influenza e pneumococco, l’importanza della vaccinazione nella pandemia

nov222021

Influenza e pneumococco, l’importanza della vaccinazione nella pandemia

La Società italiana di pneumologia e la Società italiana di terapia antinfettiva hanno pubblicato su Respiratory Medicine un appello congiunto alle autorità nazionali e regionali affinché promuovano ampie campagne di vaccinazione...
transparent
Un’app è stata in grado di salvare vite durante la pandemia

nov192021

Un’app è stata in grado di salvare vite durante la pandemia

I pazienti che durante la pandemia hanno utilizzato Covid Watch di Penn Medicine, un sistema di messaggistica di testo automatizzato, hanno avuto il 68% in meno di probabilità di morire rispetto alle persone che non lo hanno usato, secondo uno...
transparent
Dall’India un nuovo vaccino contro Sars-CoV-2 con un trasporto meno complicato

nov192021

Dall’India un nuovo vaccino contro Sars-CoV-2 con un trasporto meno complicato

Come si legge su Lancet, i dati provvisori di uno studio di fase 3 sul vaccino BBV152 contro Covid-19 sviluppato in India, indicano che due dosi del farmaco offrono una protezione del 77,8% contro il Covid-19 sintomatico. BBV152, un vaccino a virione...
transparent
Scompenso cardiaco, le cellule staminali possono migliorare gli esiti

nov182021

Scompenso cardiaco, le cellule staminali possono migliorare gli esiti

Una terapia con cellule staminali mesenchimali è in grado di ridurre del 65% il rischio di infarto o ictus nelle persone con scompenso cardiaco , quando utilizzata in aggiunta alle cure standard, secondo uno studio presentato nell'edizione 2021...
transparent
Covid-19, meno fratture dell’anca in Francia durante il lockdown

nov182021

Covid-19, meno fratture dell’anca in Francia durante il lockdown

Secondo uno studio pubblicato su Jama Network Open, i ricoveri per fratture dell'anca in Francia sono diminuiti dell'11% durante il primo lockdown nazionale per il Covid-19. «La pandemia di Covid-19 ha posto una serie di sfide senza precedenti al sistema...
transparent
L’esercizio fisico dopo interventi per cancro al seno migliora la qualità di vita

nov172021

L’esercizio fisico dopo interventi per cancro al seno migliora la qualità di vita

Le donne che fanno esercizio fisico dopo aver subito un intervento chirurgico per il cancro al seno non ricostruttivo sembrano riacquistare una migliore mobilità di spalle e braccia e provare meno dolore rispetto a quelle che ricevono cure standard,...
transparent
Covid-19, alcuni antidepressivi possono ridurre la mortalità. Ecco come

nov172021

Covid-19, alcuni antidepressivi possono ridurre la mortalità. Ecco come

Due studi recentemente pubblicati supportano il fatto che alcuni antidepressivi , e in particolare la fluoxetina e la fluvoxamina, possano essere utilizzati per ridurre la gravità di COVID-19, con una diminuzione del rischio di decesso. Il primo...
transparent
Covid-19, vaccini sicuri ed efficaci anche nelle persone con cancro attivo e in trattamento

nov162021

Covid-19, vaccini sicuri ed efficaci anche nelle persone con cancro attivo e in trattamento

Uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Oncology ha esaminato la sicurezza e l'immunogenicità dei vaccini contro Sars-CoV-2 in un ampio gruppo di persone con diversi tipi di cancro sottoposti a trattamenti diversi, e ha tratto conclusioni...
transparent
Una dieta antinfiammatoria può ridurre il rischio di demenza. Ecco in cosa consiste

nov162021

Una dieta antinfiammatoria può ridurre il rischio di demenza. Ecco in cosa consiste

Le persone che nella vita hanno consumato una dieta " antinfiammatoria ", ovvero ricca di frutta, verdura, fagioli e tè o caffè, hanno un rischio minore di sviluppare demenza in età avanzata, secondo uno studio pubblicato su Neurology....
transparenttransparent
Per vedere le news dell'ultimo mese cliccare su Pagina Successiva.
Per vedere tutto l'archivio cliccare qui
transparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi