Clinica

set142018

Malattie cardiovascolari, consumo latticini riduce il rischio

Malattie cardiovascolari, consumo latticini riduce il rischio
Consumare circa tre porzioni al giorno di latticini riduce le malattie cardiovascolari e la mortalità rispetto a più bassi livelli di consumo, secondo un ampio studio osservazionale pubblicato su Lancet. «I nostri risultati suggeriscono che il consumo di latticini potrebbe essere vantaggioso per limitare la mortalità e le malattie cardiovascolari, specialmente nei paesi a basso reddito e a medio reddito dove il consumo degli stessi è molto basso» afferma Mahshid Dehghan, della McMaster University in Canada, primo nome dello studio. I ricercatori hanno seguito per una media di 9,1 anni 136.384 individui di 35-70 anni in 21 paesi, registrandone le abitudini alimentari. Durante il periodo di studio si sono verificati 6.796 casi di morte e 5.855 di eventi cardiovascolari maggiori. I partecipanti sono stati raggruppati in quattro categorie in base ai latticini consumati: nessun latticino (28.674 persone), meno di 1 porzione al giorno (55.651), 1-2 porzioni al giorno (24.423) e oltre 2 porzioni al giorno (27.636). Il consumo di latticini è risultato più elevato in Nord America e in Europa (più di 4 porzioni di latticini totali al giorno) e più basso in Asia meridionale, in Cina, in Africa e nel sud-est asiatico (meno di 1 porzione di latticini totali al giorno).

Le analisi hanno dimostrato che, rispetto al gruppo che non assumeva latticini, il gruppo ad alto consumo mostrava tassi inferiori di mortalità totale (3,4% rispetto a 5,6%), mortalità non cardiovascolare (2,5% rispetto a 4%), mortalità cardiovascolare (0,9% rispetto a 1,6%), malattia cardiovascolare maggiore (3,5% rispetto a 4,9%) e ictus (1,2% rispetto a 2,9%). Inoltre, una maggiore assunzione (2,9 porzioni) di latticini interi al giorno è stata associata a tassi più bassi di mortalità totale (3,3% rispetto a 4,4%) e malattia cardiovascolare maggiore (3,7% rispetto a 5,0%), rispetto all'assunzione di meno di 0,5 porzioni di latte intero al giorno. Rispetto a nessun consumo, un maggiore consumo di latte e yogurt è stato anche associato a tassi inferiori dell'esito composito che combinava la mortalità totale e le malattie cardiovascolari. Gli autori concludono che saranno necessarie più ricerche per comprendere in che modo i latticini favoriscano la salute cardiovascolare. In un commento collegato, Jimmy Chun Yu Louie della University of Hong Kong e Anna Rangan della University of Sydney affermano che è ancora presto per cambiare le linee guida dietetiche sui latticini e concordano con gli autori dello studio nella necessità di ulteriori approfondimenti.

Lancet 2018.Doi: 10.1016/S0140-6736(18)31812-9
https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(18)31812-9/fulltext

Lancet 2018. Doi: 10.1016/S0140-6736(18)31945-7
https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(18)31945-7/fulltext


Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community