Clinica

lug122018

Il rischio di depressione e di malattia cardiovascolare è più basso per chi è in forma nella mezza età

Mantenersi in forma nella mezza età può scongiurare lo sviluppo di depressione più tardi nella vita, oltre a ridurre il rischio di morte per malattia cardiovascolare (Cvd), secondo uno studio pubblicato su JAMA Psychiatry.«Ricerche precedenti hanno documentato il beneficio dell'esercizio fisico sulla malattia cardiovascolare e sulla depressione, ma l'associazione tra la forma fisica nella mezza età e successive depressione e morte per malattie cardiache non è stata valutata in precedenza» afferma l'autore principale Benjamin Willis, del Cooper Institute di Dallas. Per valutare questo legame, i ricercatori hanno esaminato le cartelle cliniche di quasi 18.000 uomini e donne in buona salute, con età media di circa 50 anni, dal 1971 al 2009. I partecipanti sono stati sottoposti a un test su tapis roulant per misurare lo stato cardiorespiratorio, e quelli che si sono posizionati nel 20% inferiore dei risultati sono stati classificati come in forma scarsa, mentre quelli nel 60° percentile e oltre sono stati classificati come in buona forma. I ricercatori hanno quindi utilizzato i dati Medicare per cercare correlazioni tra forma fisica nella mezza età e tassi di depressione e malattie cardiache in età avanzata. I pazienti sono stati seguiti dal momento in cui erano eleggibili per la copertura Medicare fino alla loro morte o alla fine del periodo di follow-up nel 2009. Ebbene, i risultati hanno mostrato che le persone con un alto livello di forma fisica avevano negli anni successivi un rischio di depressione inferiore del 16% e un rischio di mortalità per malattie cardiovascolari inferiore del 61% rispetto alle loro controparti meno allenate. Anche i partecipanti classificati come in buona forma che hanno successivamente ricevuto una diagnosi di depressione hanno comunque visto una riduzione del 56% del rischio di morte per malattie cardiovascolari. «Le persone con depressione hanno maggiori probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari e quelle con malattie cardiovascolari hanno maggiori probabilità di diventare depresse, e pare che l'esercizio fisico possa aiutare a spezzare quel ciclo» suggerisce Willis. Gli autori concludono sottolineando che ulteriori ricerche dovranno esplorare il nesso di causalità tra depressione e malattie cardiovascolari e ampliare i risultati.

JAMA Psychiatry. 2018. doi: 10.1001/jamapsychiatry.2018.1467
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29955781


Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community