Clinica

feb72019

Herpes Zoster, nessun rischio significativo di eventi avversi gravi con il nuovo vaccino ricombinante

Secondo quanto riferito dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC) degli Stati Uniti su Morbidity and Mortality Weekly Report (MMWR), il nuovo vaccino ricombinante contro l'herpes zoster (nome commerciale: Shingrix) non ha mostrato durante l'osservazione post-commercializzazione un rischio significativo per eventi avversi gravi. «Non sono stati rilevati modelli inattesi nelle segnalazioni di eventi avversi o eventi avversi gravi. Questi risultati sono coerenti con il profilo di sicurezza di Shingrix osservato negli studi clinici pre-autorizzazione» afferma Elisabeth Hesse, dell'Epidemic Intelligence Service, CDC, prima autrice del rapporto. Nei primi otto mesi dopo l'approvazione del vaccino sono state distribuite 3,2 milioni di dosi e durante questo periodo il CDC ha registrato circa 4.400 eventi avversi correlati al farmaco.

Di questi, solo il 3% è stato considerato grave, con un tasso di 4,0 eventi gravi per 100.000 dosi distribuite. In confronto, il vecchio vaccino con H. zoster vivo attenuato ha mostrato un tasso di eventi gravi di 4,4 per 100.000 dosi distribuite. Segni e sintomi comunemente segnalati hanno incluso febbre (23,6%), dolore al sito di iniezione (22,5%) ed eritema al sito di iniezione (20,1%). Sono stati segnalati sette decessi confermati dopo la somministrazione di Shingrix, con un'età media dei deceduti pari a 65 anni e un intervallo tra la vaccinazione e la morte compreso tra sei ore e sei settimane. La causa della morte in quattro persone, tre delle quali avevano molteplici fattori di rischio cardiaco, è stata una malattia cardiovascolare. Due persone, entrambe immunosoppresse, sono decedute a causa di uno shock settico. Una donna di 86 anni è morta invece dopo essere rimasta vittima di una caduta. «Consigliando ai pazienti di aspettarsi reazioni avverse che si risolvono da sole come dolore, gonfiore e arrossamento al sito di iniezione, febbre, brividi e dolori muscolari si potrebbero evitare inutili preoccupazioni e si incoraggerebbe il completamento del ciclo vaccinale con due dosi di Shingrix» concludono gli autori.

MMWR Morb Mortal Wkly Rep. 2019. doi: 10.15585/mmwr.mm6804a4 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30703077
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community