Circolazione del sangue

apr162013

Il peso corporeo minaccia le coronarie femminili

Nelle donne la frequenza di malattia coronarica (Chd) aumenta di pari passo con l'indice di massa corporea (Imc), almeno secondo un articolo pubblicato sulla rivista Bmc medicine dai ricercatori dell’Unità di epidemiologia dei tumori dell’Università...
transparent

mar82013

Sindrome coronarica acuta: vantaggi da cura depressione

Contro la depressione da sindrome coronarica acuta (Acs) si è rivelato efficace un programma centralizzato di trattamento, adattato in base alle preferenze del paziente
transparent

dic42012

Con statine pre-intervento coronarico percutaneo calo mortalità

Nei pazienti affetti da angina stabile un pretrattamento con statine prima di un intervento coronarico percutaneo (Pci) si associa a una significativa riduzione della mortalità a 1 anno. Lo dimostrano i risultati di uno studio condotto da un'équipe del...
transparent

nov132012

Sindrome coronarica, outcome simili con antiaggreganti diversi

Nei pazienti con sindrome coronarica acuta (Acs) senza elevazione del tratto St e inizialmente gestiti senza rivascolarizzazione, il trattamento con prasugrel si associa a minore reattività piastrinica rispetto a clopidogrel. Non si notano però differenze...
transparent

nov72012

Rischio cerebrovascolare: omega3 moderatamente protettivi

Una revisione sistematica della letteratura coordinata da Rajiv Chowdhury dell’università di Cambridge evidenzia una moderata associazione inversa tra l’assunzione di pesce grasso, ricco di acidi omega-3, e il rischio cerebrovascolare
transparent

mar22012

Ridotta riserva coronarica nei ragazzi con psoriasi grave

Nei ragazzi con grave psoriasi senza coronaropatia la riserva di flusso coronarico è ridotta; ciò fa pensare a una disfunzione microvascolare, correlata in modo indipendente alla severità e all'estensione della psoriasi. È ipotizzabile che questa alterazione...
transparent

feb242012

Scompenso: ursodesossicolico migliora flusso ematico periferico

L'acido ursodesossicolico (Udca), normalmente impiegato nel trattamento della epatopatia colestatica, è ben tollerato dai pazienti con scompenso cardiaco cronico nei quali migliora il flusso ematico periferico e i marker di funzionalità epatica. Lo dimostrano...
transparent

dic152011

Pci: con nuovo ricovero entro 1 mese cresce mortalità a 1 anno

Circa 1 paziente su 10 sottoposti a intervento coronarico percutaneo (Pci) è nuovamente ricoverato entro 30 giorni. Sono stati identificati alcuni fattori che aumentano tale rischio, la cui conoscenza è importante dato che la riammissione ospedaliera...
transparent

ott172011

Cessazione del fumo: esiti diversi nei distretti vascolari

La cessazione dell'abitudine al fumo si associa a modificazioni di mortalità differenti a seconda del distretto vascolare coinvolto in processi patologici: nei pazienti stabili con coronaropatia (Cad) il decremento è significativo, in quelli con malattia...
transparent

gen172011

Riserva di flusso coronarico migliorata grazie a ivabradina

Il trattamento con ivabradina migliora in modo significativo la velocità del flusso coronarico iperemico e la riserva di flusso coronarico nei pazienti con malattia coronarica (Cad) stabile. Tali effetti permangono anche dopo la correzione del ritmo cardiaco,...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi