Causalità

ott252011

Stipsi severa: un nuovo fattore di rischio cardiovascolare nelle donne in postmenopausa

La stipsi è comune nelle società occidentali; nei soli USA si calcola che richieda 2.5 milioni di visite medico/anno. Poiché molti fattori che predispongono alla stitichezza sono anche fattori di rischio per malattie cardiovascolari, gli AA di uno studio...
transparent

ott112011

Cancro del pancreas: un recente aggiornamento su Lancet

Numerosi passi avanti sono stati fatti nella conoscenza della biologia del cancro del pancreas e nella gestione del paziente affetto da questa patologia. Fattori di rischio per questa malattia sono in primis il fumo e l’anamnesi familiare di neoplasia...
transparent

set282011

Statura e cancro

La persone alte corrono un maggiore rischio di ammalarsi di qualsiasi tipo di cancro, ma non sono chiari i motivi di questa predisposizione, i suoi collegamenti con i vari siti tumorali e/o con  fattori come il fumo o lo stato socioeconomico. In...
transparent

set262011

Xantelasmi palpebrali predittivi di patologie cardiovascolari

La presenza di xantelasmi palpebrali, ma non quella di arco senile pericorneale, si associa a un rischio aumentato di infarto miocardico, cardiopatia ischemica, grave aterosclerosi e morte nella popolazione generale, indipendentemente dai noti fattori...
transparent

lug292011

Postmenopausa, dati italiani sul rischio di frattura

Primi dati italiani su combinazione di densità minerale ossea, età e fattori di rischio clinici sulla stratificazione del rischio fratturativo nelle donne in postmenopausa, usando l'algoritmo Frax. Lo studio retrospettivo, coordinato da Mario Pedrazzoni...
transparent

mag252011

Quanto conta la familiarità per il rischio di infarto? Lo studio INTERHEART

In diversi studi una storia familiare (SF) positiva è associata in maniera consistente con un elevato rischio di sviluppare cardiopatia ischemica (CI), ma non è chiaro se essa sia un fattore di rischio indipendente, come invece è stato riportato, per...
transparent

mag112011

L'identikit dei giovani adulti ad alto rischio di infarto acuto

Nei soggetti ad alto rischio di infarto miocardico acuto con sovraslivellamento ST (Stemi), il profilo degli stessi fattori di rischio e il quadro angiografico cambiano notevolmente a seconda se il paziente è un giovane adulto (<40 anni) o è più anziano...
transparent

mag62011

Una foto della prevenzione cardiovascolare primaria in Europa

In Europa, pur esistendo notevoli differenze tra le varie nazioni, un'ampia quota di pazienti in prevenzione primaria presenta fattori di rischio cardiovascolare (Cv) che non sono sotto controllo e non riceve un adeguato counselling sugli stili di vita....
transparent

apr182011

Cambia la valutazione del rischio cardiovascolare

Il 46% delle persone con un livello di colesterolo Ldl inferiore a 130 mg/dl può essere ugualmente a rischio di infarto e ictus. È uno dei risultati, pubblicati su Nutritional metabolism and cardiovascular diseases, dello studio Check realizzato dall'università...
transparent

apr142011

Fa: da controllare i fattori di rischio cardiovascolare

Oltre la metà dei casi di fibrillazione atriale potrebbe essere evitato attraverso un'ottimizzazione del controllo dei fattori di rischio cardiovascolare. È uno dei risultati che Rachel R. Huxley , della divisione di Epidemiologia e salute comunitaria...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi