Carenza di vitamina D

Vitamina D materna e riduzione rischio asmatico nella prole: prove non bastano

gen272016

Vitamina D materna e riduzione rischio asmatico nella prole: prove non bastano

Secondo due studi randomizzati appena pubblicati su Jama, la supplementazione di vitamina D in gravidanza potrebbe ridurre il rischio di asma o dispnea persistente nella prole, anche se i dati raccolti non permettono di trarre alcuna conclusione definitiva....
transparent

gen112016

Maggiore supplementazione di vitamina D negli anziani si associata a maggior rischio di cadute

Aumentare l'introito mensile di vitamina D non migliora la funzione delle gambe, ma aumenta invece il rischio di cadute nei pazienti di 70 anni o più, secondo uno studio pubblicato su Jama Internal Medicine. Dato che negli anziani la ridotta funzione...
transparent

dic182015

Carenza vitamina D in età pediatrica: Consensus Sip, Sipps e Fimp

La Consensus sulla vitamina D in età pediatrica, promossa dalla Società Italiana di Pediatria (Sip) e dalla Società Italiana di Pediatria Preventiva e sociale (Sipps) in collaborazione con la Federazione Medici Pediatri (Fimp) è...
transparent

set212015

La carenza di vitamina D negli anziani si associa al declino cognitivo

Secondo uno studio su Jama Neurology, la carenza di vitamina D si associa a un più rapido declino cognitivo negli anziani di etnie differenti. «Sia il recettore della vitamina D sia l'enzima che la converte in 25-idrossivitamina D (25-OHD), la...
transparent
La supplementazione di vitamina D non abbassa la pressione arteriosa

mar182015

La supplementazione di vitamina D non abbassa la pressione arteriosa

Uno studio di revisione dei trial clinici sull'argomento appena pubblicato su Jama internal medicine suggerisce che la vitamina D non serve a ridurre la pressione sanguigna e non deve essere usata come antipertensivo. Da tempo è noto dagli studi...
transparent

gen92015

Deficit vitamina D: in gravidanza si associa scarso sviluppo fetale

La carenza materna di vitamina D può avere effetti di vasta portata sullo sviluppo fetale, secondo uno studio pubblicato su Pediatrics coordinato da Prue Hart , dell'University of Western Australia a Perth. I ricercatori hanno scoperto che i bambini...
transparent
Bassi livelli di vitamina D e aumento di mortalità, non cardiovascolare

nov272014

Bassi livelli di vitamina D e aumento di mortalità, non cardiovascolare

Livelli di vitamina D geneticamente bassi si associano a un aumento della mortalità per qualsiasi causa, tra cui il cancro, ma non dei decessi cardiovascolari, secondo uno studio danese pubblicato su Bmj. Precedenti studi suggeriscono che basse concentrazioni...
transparent

ott282014

Meno vitamina D nei bambini che consumano latte non vaccino

I bambini che bevono latte di riso, mandorle, soia o capra hanno valori ematici di vitamina D più bassi rispetto a quelli che consumano latte vaccino, secondo uno studio pubblicato sul Canadian medical association journal. «Il latte da fonti alternative...
transparent
Malati gravi: livelli di vitamina D non correlati alla prognosi

ott32014

Malati gravi: livelli di vitamina D non correlati alla prognosi

Rispetto al placebo, il trattamento con vitamina D3 ad alte dosi non riduce la degenza in ospedale, la durata del ricovero in terapia intensiva, la mortalità ospedaliera o il rischio di morte a 6 mesi tra i pazienti con deficit di vitamina D in condizioni...
transparent
Vitamina D e ipertensione arteriosa: studio genetico analizza l’associazione

lug12014

Vitamina D e ipertensione arteriosa: studio genetico analizza l’associazione

Bassi livelli di vitamina D possono avere un ruolo nello sviluppo dell’ipertensione arteriosa. Uno studio condotto da un ampio gruppo di ricercatori di diversi paesi  ha utilizzato l’approccio di randomizzazione mendeliana per valutare l’associazione...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi