dallo speciale Cardiologia33

apr22020

Clinica

PCI per occlusione totale cronica, outcome peggiori se hai già un bypass aorto-coronarico

Il rischio di fallimento di un intervento coronarico percutaneo (PCI) di un vaso sanguigno con occlusione totale cronica (CTO) è maggiore se a subirlo sono pazienti sottoposti precedentemente a innesto di bypass aorto-coronarico (CABG). Non solo,...
transparent

apr22020

Clinica

Negli Usa aumentano i decessi correlati all'ipertensione. È un’emergenza di sanità pubblica

Stando a un'analisi dei dati del Centers for Disease Control and Prevention, negli Stati Uniti si è osservato un aumento dei decessi correlati all'ipertensione tra il 2007 e il 2017. «I nostri dati mostrano un aumento dei decessi correlati all'ipertensione...
transparent

apr22020

Clinica

Ipercolesterolemia, nuovi dati a favore di acido bempedoico

L'acido bempedoico abbassa in modo significativo la proteina C-reattiva ad alta sensibilità (hsCRP) e il colesterolo LDL (C-LDL). Non solo, il farmaco riduce il C-LDL del 40% nei pazienti con diabete di tipo 2 ad alto rischio cardiovascolare. Questi...
transparent

apr22020

Clinica

Coronavirus, non sottovalutare i sintomi di un infarto. Le indicazioni dei cardiologi ospedalieri

Se si avvertono sintomi di un infarto è necessario recarsi al pronto soccorso, nonostante l'emergenza coronavirus. Da notare che lo stesso virus può aumentarne il rischio di 6 volte. «È importante, pur in un momento storico di emergenza...
transparent

apr22020

Clinica

Coronavirus, dimezzati ricoveri per infarto. Gise: i pazienti hanno paura del contagio

«Gli accessi per infarto miocardico nei Pronto Soccorso italiani, diretti o con chiamata al 118, si sono ad oggi dimezzati. Una riduzione correlata ad un aumento della mortalità globale, non spiegabile con la sola sottostima dei casi Covid+» è...
transparent

mar192020

Clinica

In pazienti selezionati con QT lungo i beta-bloccanti potrebbero non servire

In un gruppo altamente selezionato di pazienti con sindrome del QT lungo (LQTS), con un profilo clinico che includa uno stato asintomatico, età avanzata alla diagnosi e un QTc inferiore a 470 ms, è possibile intraprendere una strategia di...
transparent

mar192020

Clinica

Antipiastrinici oltre ad anticoagulanti orali nella fibrillazione atriale. Ecco quando

Secondo uno studio pubblicato su JAMA Network Open, la pratica di trattare i pazienti che soffrono di fibrillazione atriale con antipiastrinici in aggiunta ad anticoagulanti orali è da scoraggiare, a meno che non vi sia una chiara indicazione in...
transparent

mar192020

Clinica

Più olio d’oliva fa bene al cuore. Lo studio osservazionale

Secondo un nuovo studio osservazionale, consumare più di mezzo cucchiaio al giorno di olio d'oliva è associato a un minor rischio di qualsiasi malattia cardiovascolare (CVD) e di malattia coronarica (CHD). Anche la sostituzione di un cucchiaino...
transparent

mar192020

Clinica

Malattia renale cronica e funzione renale in declino, meglio non interrompere ACE-inibitori o ARB

Nei pazienti con malattia renale cronica (CKD), continuare a prendere gli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE) o i bloccanti del recettore dell'angiotensina II (ARB) anche dopo un peggioramento della condizione renale, si associa...
transparent

mar192020

Clinica

Coronavirus e rischio di miocardite. Le indicazioni dei cardiologi

Il nuovo coronavirus legato alla Covid-19 può provocare anche la miocardite, i cardiologi raccomandano ai cardiopatici di limitare i contatti interpersonali al minimo indispensabile e seguire tutte le istruzioni per l'igiene delle mani e del respiro....
transparent

mar42020

Clinica

Salute cardiovascolare, gli effetti collaterali dell’esercizio fisico eccessivo

Secondo un documento di consenso appena pubblicato su Circulation, i benefici dell'esercizio aerobico superano di gran lunga i rischi per gran parte delle persone. Tuttavia, in chi non è abituato, spingersi al massimo può aumentare il rischio...
transparent

mar42020

Clinica

Malattie cardiovascolari, rischio da consumo regolare di bevande zuccherate

Negli adulti di mezza età o più anziani, il regolare consumo bevande zuccherate è associato a un aumento di incidenza di dislipidemia, con livelli minori di colesterolo HDL e maggiori di trigliceridi. Allo stesso tempo però,...
transparent


transparent


I focus di Cardiologia

giu172016

Focus

Insufficienza Cardiaca: l’epidemia del 21° secolo. Il punto a Firenze

Dal 21 al 24 Maggio si è tenuto a Firenze il 3° Congresso Mondiale sull'Insufficienza Cardiaca Acuta (Scompenso Cardiaco). E' il Congresso annuale della Heart Failure Association (Hfa), un ramo della European Society of Cardiology (Esc). Durante...
transparent

lug232015

Focus

Arresto cardiaco extraospedaliero: mortalità resta elevata ma rianimazione in strada aumenta

Due studi pubblicati nell'ultimo numero di Jama concludono che l'uso della rianimazione cardiopolmonare e dei defibrillatori automatici esterni da parte dei testimoni di un arresto cardiaco improvviso extraospedaliero (Ohca) non solo è in aumento,...
transparent

lug92015

Focus

Modelli di previsione clinica per le malattie cardiovascolari: numerosi ma poco studiati

Nonostante l'abbondanza di modelli di previsione clinica (Cpm) disponibili per una vasta gamma di malattie cardiovascolari, le loro performance comparative, la consistenza in termini di stime di rischio e il loro impatto clinico reale e potenziale sono...
 
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>