BETA-BLOCCANTI

giu72019

I beta-bloccanti riducono gli episodi di fibrillazione indotti da rabbia e stress

Secondo uno studio pubblicato su HeartRhythm, i beta-bloccanti possono attenuare gli effetti negativi dello stress e della rabbia in persone con storia di fibrillazione atriale o aritmie cardiache. «La fibrillazione atriale (AF) aumenta il rischio di...
transparent
Progetto Cardioconnect, beta-bloccanti e scompenso cardiaco. Evento Ecm il 17 aprile

apr162019

Progetto Cardioconnect, beta-bloccanti e scompenso cardiaco. Evento Ecm il 17 aprile

L'obiettivo della terapia farmacologica dello scompenso cardiaco è quello di migliorare la qualità della vita del paziente, la classe funzionale NYHA (New York Heart Association) e di ridurre il numero delle ospedalizzazioni e la mortalità...
transparent
Bpco, uso di beta-bloccanti riduce rischio di riacutizzazioni

feb42019

Bpco, uso di beta-bloccanti riduce rischio di riacutizzazioni

L'uso di beta-bloccanti è associato a un rischio ridotto di ricovero per broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), secondo uno studio osservazionale pubblicato su EClinicalMedicine. «Alcuni studi hanno dimostrato che i beta-bloccanti sono associati...
transparent
Nei pazienti con insufficienza cardiaca il vaccino contro l’influenza riduce la mortalità

dic132018

Nei pazienti con insufficienza cardiaca il vaccino contro l’influenza riduce la mortalità

La vaccinazione antinfluenzale è associata a una riduzione della mortalità in pazienti con insufficienza cardiaca, secondo uno studio osservazionale pubblicato su Circulation. «L'infezione influenzale è una faccenda seria per i pazienti...
transparent

nov72017

Scompenso cardiaco nel diabete, beta-bloccanti sicuri e più efficaci degli Ace-inibitori

Un recente articolo pubblicato su "Diabetes Care" torna su un argomento da tempo dibattuto, ovvero la sicurezza e l'efficacia dei beta-bloccanti nel trattamento dello scompenso cardiaco (SC) nelle persone con diabete (DM). Abbiamo chiesto un'analisi e...
transparent

apr282017

Betabloccanti in gravidanza non aumentano rischio di difetti cardiaci nel feto

Secondo una lettera di ricerca pubblicata su Jama, le donne in gravidanza che assumono betabloccanti, non hanno un rischio maggiore di avere un bambino con un difetto cardiaco congenito rispetto ad altre donne. «I nostri risultati non escludono definitivamente...
transparent
Statine più beta-bloccanti migliorano la prognosi in cardiochirurgia

nov302015

Statine più beta-bloccanti migliorano la prognosi in cardiochirurgia

I pazienti trattati con statine più beta-bloccanti prima della chirurgia cardiaca hanno una prognosi migliore dei non trattati, secondo uno studio pubblicato su Jama Surgery e coordinato da Peyman Benharash della Scuola di medicina all'Università...
transparent

nov42015

Dall’ERBP linee guida per la gestione dei pazienti con diabete e insufficienza renale stadio =/>3b

Sono state pubblicate di recente le Linee guida (LG) della 'European Renal Best Practice' (ERBP) per il trattamento dei pazienti con diabete mellito (DM) e insufficienza renale cronica (IRC) in stadio 3b o più avanzato (GFR < 45 mL/min) (1)....
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>