Attività motoria

mag192014

Anziani ipertesi: camminare allunga la vita

Svolgere una moderata attività fisica riduce la mortalità fra gli anziani ipertesi, secondo uno studio pubblicato su Hypertension. «Basta una camminata veloce per 20-40 minuti almeno cinque giorni a settimana» spiega Charles Faselis , coautore dello...
transparent

feb172014

Camminare per sfuggire allo scompenso

Negli adulti che passano più tempo da seduti aumenta il rischio di scompenso cardiaco, almeno secondo quanto conclude un articolo pubblicato su Circulation heart failure. Lo studio, svolto dai ricercatori della Kaiser permanente southern California a...
transparent

dic182013

Camminare: un risparmio a piccoli passi

Camminare, specie nel diabete, non solo fa bene, ma fa risparmiare. Ecco, in sintesi, quanto emerge da uno studio sul Journal of Diabetes Investigation coordinato da Masayuki Kato , ricercatore della Japan foundation for the promotion of international...
transparent

set112013

Studio Uk: andare al lavoro a piedi riduce il rischio di diabete

Le persone che si recano a lavorare a piedi hanno una probabilità inferiore del 40% di sviluppare diabete rispetto a chi raggiunge il posto di lavoro in auto. Lo sostengono ricercatori londinesi dell'Imperial college e dello University college, i quali...
transparent

apr162013

Rischio cardiovascolare: di corsa o al passo, i benefici non cambiano

Camminare o correre hanno lo stesso effetto sul rischio di ammalarsi di ipertensione, ipercolesterolemia, diabete mellito e, forse, cardiopatia ischemica. «Svolgendo un esercizio moderato, come nel primo caso, o vigoroso, come nel secondo, le probabilità...
transparent

feb212012

Sedute ripetute di sauna (Waon Therapy) nello scompenso cardiaco

La Waon Therapy in pazienti con insufficienza cardiaca cronica migliora la tolleranza all'esercizio fisico e contribuisce a migliorare la funzione endoteliale. Queste sono le conclusioni a cui sono giunti Takashi Ohori e collaboratori che, in considerazione...
transparent

gen192012

Arresto cardiaco nella maratona: sale il rischio tra i maschi

Il rischio globale di arresto cardiaco e morte improvvisa tra i corridori di maratona e mezza maratona è basso. In ogni caso, l'arresto cardiaco, principalmente attribuibile a cardiomiopatia ipertrofica o ad aterosclerosi coronarica, si verifica primariamente...
transparent

mag142007

Distrofia di Duchenne: corticosteroidi prolungano deambulazione indipendente

Ortopedia-patologie muscolotendinee La terapia con corticosteroidi prolunga la deambulazione indipendente di più di tre anni nei pazienti con distrofia di Duchenne, e diminuisce anche il rischio di scoliosi, benchè questo beneficio giunge...
transparent

mar112007

Attività strenua prolungata incrementa livelli troponina

Cardiologia I livelli di troponina possono aumentare in modo significativo nei maratoneti, raggiungendo anche livelli diagnostici di infarto miocardico. I fattori associati al rischio di incremento dei livelli di troponina comprendono il non aver mai...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi