Arteriosclerosi

giu252007

Sindrome metabolica aumenta rischio morte improvvisa negli uomini

Medicina interna-manifestazioni di malattia Negli uomini sani di mezza età, la sindrome metabolica incrementa il rischio di morte improvvisa e, in misura minore, anche quello di morte improvvisa indipendente dai fattori di rischio coronarico. L’associazione...
transparent

giu252007

HRT estrogenica riduce rischio coronaropatie

Cardiopatia ischemica Le donne nella prima età postmenopausale trattate con HRT di soli estrogeni presentano una riduzione del rischio di calcificazione coronarica. Tale dato contribuisce a rassicurare sul fatto che gli estrogeni non abbiano effetti...
transparent

giu182007

Citochine derivate dalle mastocellule connesse all’arteriosclerosi

Medicina interna-malattie cardiovascolari Le mastcellule contribuiscono all’arteriosclerosi rilasciando alcune citochine proinfiammatorie, come l’IL-6 e l’IFN-gamma. E’ noto che queste cellule svolgono un ruolo chiave nelle risposte...
transparent

giu182007

Coronaropatie: fattore reumatoide predice aumento del rischio

Cardiopatia ischemica     Gli uomini portatori di fattore reumatoide presentano un aumento del rischio di coronaropatie, anche se non vi è segno di una correlazione simile nel sesso femminile. Questi dati aggiungono peso all’ipotesi...
transparent

giu142007

Stenosi arteriosa intracranica: test non invasivi utili nella diagnosi

Naurologia-vasculopatie cerebrali Il Doppler transcranico e l’angiografia RM sono utili nella diagnosi delle stenosi arteriose intracraniche. I medici devono riconoscere che tutti i test hanno delle limitazioni, e che il loro pieno potenziale sul...
transparent

giu112007

Ipertensione: pazienti obesi beneficiano maggiormente da terapia intensiva

Ipertensione I benefici clinici della terapia antiipertensiva intensiva nei pazienti coronaropatici è massimale nei soggetti obesi, nonostante il fatto che le riduzioni pressorie risultino minori in questi pazienti rispetto a quelli magri o solo...
transparent

giu112007

Fosforo sierico marcatore di rischio cardiovascolare

Tecniche diagnostiche Elevati livelli sierici di fosforo, anche se nel range di normalità, sono associati ad un aumento del rischio di eventi cardiovascolari: il presente studio è il primo a sottolineare una simile associazione su un campione...
transparent

giu62007

Arteriosclerosi intracranica spesso asintomatica negli asiatici

Neurologia-vasculopatie cerebrali Nei pazienti asiatici con fattori di rischio vascolare, la stenosi dell’arteria cerebrale media (MCA) è spesso presente, anche in assenza di un’anamnesi di ictus o TIA. Nei pazienti asiatici con ictus,...
transparent

mag282007

Sindromi coronariche acute: bloccanti recettori glicoproteina Iib/IIIa utili a tutte le età

I rischi e benefici associati ai bloccanti dei recettori delle glicoproteine IIb/IIIa sono simili sia nei giovani che negli anziani con sindromi coronariche acute senza slivellamento del tratto ST. Studi precedenti che avevano paragonato gli effetti di...
transparent

mag32007

Coronaropatie stabili: PCI non superiore a farmacoterapia ottimale in prevenzione eventi

La PCI con stenting unita ad una farmacoterapia ottimale non risulta superiore alla sola farmacoterapia ottimale nella prevenzione di eventi cardiaci in pazienti con coronaropatie stabili. Ciò alimenta la polemica contro l’abuso dello stenting...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi