Aritmia

nov222011

La difficile strada dell’aderenza alle linee guida: l’esempio della fibrillazione atriale e del trattamento anticoagulante

Finalmente uno studio che ha come obiettivo quello di verificare un determinato outcome in pazienti non selezionati della vita reale. Alcuni colleghi francesi hanno voluto valutare quale fosse la reale aderenza alle linee-guida (LG) dell’American College...
transparent

nov102011

Fa, la funzione renale migliora dopo l'ablazione

I pazienti con fibrillazione atriale (Fa), spesso affetti anche da disfunzione renale di grado lieve o moderata, dopo risoluzione dell'aritmia mediante ablazione transcatetere con radiofrequenza mostrano un miglioramento della funzionalità renale (predittiva...
transparent

nov82011

C’è anche la sindrome del QT corto

Sappiamo molto della sindrome del QT lungo (SQTL), ma poco o pochissimo su una sindrome che è, per molti versi, il contrario della SQTL ma che (talvolta gli estremi si toccano) può provocare delle aritmie importanti fino alla morte improvvisa: la sindrome...
transparent

ott172011

Ema-Aifa concordano una nota su dronedarone

In seguito alla rivalutazione del profilo rischio/beneficio di dronedarone, completata dal Comitato per i medicinali ad uso umano (Chmp) a settembre, il Riassunto delle caratteristiche del prodotto (Rcp) è stato modificato per includere nuove restrizioni...
transparent

ott172011

Smentite tachicardie/tachiaritmie da broncodilatatori spray

Nei pazienti critici in terapia intensiva, l'uso di broncodilatatori nebulizzati, quali albuterolo e ipratropio, non determina la comparsa di tachicardie o tachiaritmie significative. Pertanto la tesi per cui sarebbe opportuno sostituire l'albuterolo...
transparent

ott112011

Studio ARISTOTLE: un’altra alternativa al warfarin nei pazienti con fibrillazione atriale

Quanto emerge dai risultati dell’ARISTOTLE (Apixaban for Reduction in Stroke and Other Thromboembolic Events in Atrial Fibrillation) Trial, ponderoso Studio Multicentrico randomizzato a doppio cieco che ha coinvolto più di 18.000 pazienti con FA per un...
transparent

ott92011

Anziani, rischio declino cognitivo e depressione da Fa

La fibrillazione atriale (Fa) non soltanto è associata al rischio di sviluppare declino cognitivo nell'anziano, ma può anche essere considerata come un fattore di rischio per demenza e depressione, anche in assenza di storia medica di pregressi ictus....
transparent

ott32011

Ablazione transcatetere superiore agli antiaritmici

Nei pazienti con fibrillazione atriale parossistica, l'ablazione transcatetere con radiofrequenza (Rfa) a un follow-up di 4 anni si mantiene superiore alla terapia con farmaci antiaritmici. Lo dimostrano i risultati di uno studio compiuto da un gruppo...
transparent

set282011

Rivaroxaban non inferiore al warfarin nella prevenzione dell’ictus nella FA non valvolare

A metà agosto sono stati pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ROCKET AF (Rivaroxaban Once Daily Oral Direct Factor Xa Inhibition Compared with Vitamin K Antagonism for Prevention of Stroke and Embolism Trial in Atrial Fibrillation) che ha confrontato...
transparent

set192011

Inbitori orali diretti del fattore Xa in continuo sviluppo

Nell'ambito della terapia anticoagulante si è assistito all'Esc di Parigi al moltiplicarsi di trial condotti con inibitori orali diretti del fattore Xa. In risalto soprattutto apixaban, di cui sono stati presentati i risultati conseguiti nel trial clinico...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community